Mercoledì 30 Agosto 2017 - 18:15

Lady Diana, 5 cose da ricordare: da Madre Teresa alle nozze

A 20 anni dalla sua scomparsa, la 'principessa del popolo' resta un'icona e un modello

Princess Diana death anniversary

Il 31 agosto 1997 moriva Lady Diana, in un incidente automobilistico a Parigi. Vent'anni dopo, rimane al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica come prima della sua morte, quando i britannici seguivano maniacalmente la sua vita, dagli abiti che indossava all'impegno nel volontariato, alla vita sentimentale. La biografa reale Sarah Bradford, due decenni fa, azzeccò la sua previsione: Diana Spencer sarebbe rimasta un personaggio chiave della monarchia britannica "più inevitabilmente da morte che se avesse continuato a vivere felice e contenta". Ecco cinque cose da ricordare sulla "principessa del popolo".

1. Diana fu istruita a casa fino all'età di 9 anni, come accade in molte famiglie dell'alta società. Nella famiglia reale l'educazione dei giovani rampolli è condotta tradizionalmente da professori privati, ma quando toccò a lei pensare all'istruzione dei suoi figli, Diana insistette perché il principe William venisse iscritto in una scuola materna di Londra. Il bambino fu così il primo membro della monarchia britannica a frequentare un asilo fuori dalle mura del Palazzo. La decisione della principessa di Galles rientrava nella sua volontà di rendere la vita dei figli più 'normale' possibile.

 

2. L'anello di fidanzamento di Lady D, uno zaffiro da 18 carati, ora appartiene alla duchessa Kate, moglie di William. Diana scelse quel gioiello su un catalogo Garrard nel 1981, invece di farlo forgiare appositamente per sé come tradizione, facendo ancora una volta chiacchierare i britannici e rafforzando la loro idea che fosse vicina alla gente comune. L'anello costava 60mila dollari ma oggi il suo valore è stimato a circa 10 volte di più. William lo ha ereditato e lo ha donato nel 2010 alla futura moglie Kate.

3. Alle nozze con il principe Carlo, Diana rifiutò di dire che avrebbe "obbedito", e il suo gesto è poi stato imitato da Kate quando nel 2011 ha sposato William. La parola "obbedire" compare nelle frasi contenute nel Book of Common Prayer: "nella buona e nella cattiva sorte, in ricchezza e povertà, in malattia e in salute, di amare, rispettare, e obbedire, finché morte non ci separi". Il matrimonio di Lady Diana, i 29 luglio 1981, segnò un record: lo strascico dell'abito da sposa di seta lungo circa 7,5 metri fu il più lungo della storia reale. Il vestito bianco, disegnato da David ed Elizabeth Emanuel, era adornato con più di 10mila lustrini di madreperla e lustrini. Alle nozze alla St. Paul's Cathedral assistettero 17 milioni di spettatori in tutto il mondo.

 

4. La principessa era impegnata in molte attività di beneficenza, tra cui contro le mine antiuomo e a sostegno dei malati di Aids. Tra i vari momenti in cui si fece notare, ci furono l'impegno a fianco di Madre Teresa (con il primo incontro a Calcutta nel 1992), le visite agli ospedali per malati di Aids, la sua visita in Bosnia in una missione umanitaria in Bosnia nel 1997, poche settimane prima della morte. Inoltre, due mesi prima dell'incidente mortale mise all'asta per beneficenza a favore di lotta all'Hiv e al cancro al seno alcuni suoi abiti.

5. Il principe Carlo quando incontrò per la prima volta Diana stava frequentando la sorella maggiore di lei, Sarah. La relazione tra i due non funzionò, bruscamente interrotta quando la ragazza dichiarò alla stampa (con conseguenti titoli a caratteri cubitali): "Non sono innamorata del principe Carlo". Diana aveva 16 anni quando incontrò l'uomo che sarebbe poi diventato suo marito, che allora aveva 28 anni e da cui avrebbe divorziato nel 1996. (Carlo si sarebbe sposato nel 2005 con Camilla Parker Bowles, già sua amante quando era sposato con Lady D). 

Scritto da 
  • Agnese Gazzera
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Proteste in Zimbabwe

Zimbabwe, Mugabe espulso come leader del partito: sostuito da vice

Emmerson Mnangagwa ha preso il posto del presidente che è al potere dal 1980

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Argentina, sette tentativi falliti di chiamate d'emergenza dal sottomarino scomparso

I segnali ricevuti fra le 10.52 e le 15.42 ora locale e hanno avuto una durata dai 4 ai 36 secondi. Non si è però riusciti a stabilire un contatto

Proteste in Zimbabwe

Zimbabwe, manifestanti anti-Mugabe marciano verso residenza presidente

Il nipote: "Lui e la moglie Grace sono pronti a morire per ciò che è giusto e non hanno intenzione di dimettersi"

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Argentina, sottomarino militare scomparso da 2 giorni nell'Atlantico: ricerche in corso

A bordo 44 membri dell'equipaggio. Sarebbe andato a fuoco il sistema radio all'interno dell'imbarcazione