Mercoledì 15 Giugno 2016 - 20:30

La Fed lima le stime del Pil Usa: +2% nel 2016 e 2017

A marzo la Fed stimava un Pil al +2,2% quest'anno, al +2,1% il prossimo e al +2% nel 2018

La Fed lima le stime del Pil Usa: +2% nel 2016 e 2017

La Federal Reserve ha limato le stime di crescita del Pil degli Stati Uniti per il 2016 e il 2017. Secondo le proiezioni mediane della Banca centrale, la crescita Usa dovrebbe attestarsi al 2% nel 2016, nel 2017 e nel 2018. A marzo la Fed stimava un Pil al +2,2% quest'anno, al +2,1% il prossimo e al +2% nel 2018.

 La Fed ha inoltre alzato le stime sull'inflazione nel 2016, portando la previsione sui prezzi al consumo al +1,4% dal +1,2% previsto marzo. Invariate invece le proiezioni sul 2017 e sul 2018, rispettivamente al +1,9% e al +2,0%. L'inflazione core è stata rivista al +1,7% nel 2016 e al +1,9% nel 2017, mentre non è stata toccata al previsione del +2,0% per il 2018. A marzo la Banca centrale Usa vedeva un'inflazione core, depurata delle componenti volatili di alimentari ed energia, al +1,6% quest'anno e al +1,8% nel 2017. Secondo la Fed il tasso di disoccupazione sarà al 4,7% nel 2016, al 4,6% il prossimo anno e al 4,6 nel 2018. Tre mesi fa le proiezioni erano rispettivamente 4,7%, 4,6% e 4,5%.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ryanair strike

Ryanair minaccia i piloti per lo sciopero. Calenda: "Indegno"

La compagnia low cost irlandese paventa sanzioni per chi incrocerà le braccia il 15 dicembre

Reddito di inclusione: come richiederlo a Roma

Parle la misura nazionale di contrasto alla povertà promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Copies of bitcoins standing on PC motherboard are seen in this illustration picture

Bitcoins volano oltre 18 mila dollari dopo debutto futures Cboe

La moneta virtuale accresce il suo valore, segnando un nuovo record storico

The logo of Banca Etruria is seen in downtown Rome

Etruria, commissione banche: sì all'audizione di Ghizzoni

Giovedì si deciderà su Zonin, Consoli e D'Aguì, imputati in procedimenti connessi