Mercoledì 27 Dicembre 2017 - 20:30

La Costituzione compie 70 anni. Grasso: "Sempre attuale e vitale"

La Carta è tornata per la prima volta nella Sala di Palazzo Giustiniani dove fu promulgata da Enrico De Nicola

Cerimonia per il 70mo anniversario della Costituzione italiana

Il 27 dicembre la Costituzione italiana compie 70 anni. Un testo che nasce dalle ceneri della Seconda Guerra mondiale, che detta diritti inviolabili e doveri inderogabili di ciascun individuo.

Per comprenderla appieno è da lì che si deve partire, dalla Resistenza e dalla Liberazione: anche se il testo "è sempre giovane", afferma il presidente del Senato, Pietro Grasso. La seconda carica dello Stato ricorda che la democrazia, conquistata a fatica dopo il ventennio fascista, "non è un qualcosa che, una volta raggiunta, si può considerare come definitiva".

LA SCHEDA: La Costituzione compie settant'anni: ecco come è nata

La Carta, quindi, è "ancora un programma aperto, un ideale, una speranza, un lavoro da compiere". La prima parte "vive e progredisce" perché l'equilibrio dei poteri, fissato nella seconda parte, è un "principio riconosciuto da tutti". Le modifiche, che pure ci sono state in passato - ricorda il presidente del Senato - "non hanno mai scalfito la centralità del Parlamento e la sua fondamentale attività nel legiferare e controllare l'operato del Governo".

Mercoledì per la prima volta il testo originale della Carta madre della Repubblica torna nella Sala di Palazzo Giustiniani dove - il 27 dicembre 1947 - fu promulgata dal Capo dello Stato Provvisorio Enrico De Nicola e controfirmata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi, dal Guardasigilli Giovanni Grassi e dal Presidente dell'Assemblea Costituente Umberto Terracini.

Loading the player...

La Costituzione resta il nostro "riferimento per i principi e i valori fondanti della nostra società. Una bussola che ci indica sempre la direzione". Scrive su Twitter la presidente della Camera, Laura Boldrini. "Evviva la Costituzione". Commenta il premier Paolo Gentiloni. Il ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, rivolge un pensiero "riconoscente a quanti hanno combattuto e sono morti per fare dell'Italia un Paese libero, democratico, unito".

Per celebrare i 70 anni la ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, in accordo con il Quirinale e con il Senato, in collaborazione con il Poligrafico dello Stato e il Ministero dell'Economia, introduce la distribuzione, in tutte le scuole di ogni ordine e grado, del testo già a partire dall'8 gennaio, quando saranno avviati momenti di studio e approfondimento. "È la base solida su cui si poggia la nostra convivenza civile, il nostro essere comunità di uomini e donne uniti da regole e valori condivisi", commenta. "Festeggiamo la nostra Costituzione facendola vivere ogni giorno con le nostre azioni", suggerisce la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin.

Scritto da 
  • Maria Elena Ribezzo
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale