Lunedì 24 Ottobre 2016 - 07:00

Ue contro Legge bilancio: Troppe una tantum e deficit eccessivo

In arrivo la lettera di richiamo della Commissione europea all'Italia

L'Ue contro la legge di Bilancio: Troppe una tantum e sforamento del deficit

No al rapporto deficit/Pil al 2,3%, invece dell'1,8-2% prospettato. E' in arrivo, secondo quanto filtra da Bruxelles, la lettera di richiamo della Commissione europea con la bocciatura di alcune delle misure previste dalla manovra del governo Renzi, in primis le misure una tantum e lo squilibrio tra entrate e uscite previste dall'esecutivo. Il premier insiste sulla flessibilità per la gestione dei migranti e del post terremoto in Centro Italia, e Bruxelles parrebbe disposta a delle concessioni, ma non a tutte quelle pretese dall'Italia. Per Renzi un 'confronto' con l'Ue è “fisiologico”, "il problema non è lo 0,1%", ha attaccato partecipando a 'In mezz'ora'. In gioco, invece, ha rilanciato, c'è "il modello di Europa che vogliamo". "In passato l'Italia ha sempre detto di sì a tutto. L'Italia dà 20 miliardi all'Europa e ne prende indietro 12. Abbiamo detto 'facciamo che quelli che prendono invece più soldi di quelli che versano si prendano i migranti?'". L'Italia non sarà comunque l'unica a ricevere la lettera di richiamo dall'Ue, che, tra gli altri, dovrebbe arrivare anche a Francia, Belgio, e Spagna. Ma a preoccupare, e irritare, è soprattutto il nostro Paese, in particolare dopo le parole del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, che intervistato da Repubblica ha usato toni duri: "L'Europa deve scegliere da che parte stare. Può accettare il fatto che il nostro deficit passi dal 2 al 2,3 per cento del Pil per far fronte all'emergenza terremoto e a quella dei migranti. Oppure scegliere la strada ungherese, quella che ai migranti oppone i muri, e che va rigettata. Ma così sarebbe l'inizio della fine".

Loading the player...
Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Consip, Renzi: Voglio sentenza veloce, non cediamo parola onestà

Consip, Renzi: Voglio sentenza veloce, non cediamo parola onestà

"Gli altri politici quando hanno un problema lo nascondono"

Migranti, Corte Conti Ue: In Italia strutture inadeguate

Migranti, Corte Conti Ue: In Italia strutture inadeguate

"Il sistema basato su hotspot ha consentito progressi"

Divisioni nel giorno del 25 aprile, Mattarella: Mai più fascismo e mai più guerre

25 aprile, Mattarella: Ricordiamo senza odio e senza rancore /FOTO

A Roma il ricordo della Liberazione sfila in cortei divisi. A Milano tensioni tra antifascisti e militanti di destra

Liberazione, Mattarella ricorda i 5mila volontari della Brigata Ebraica

Liberazione, Mattarella ricorda i 5mila volontari della Brigata Ebraica

Nel corso delle celebrazioni del 25 aprile nel teatro comunale di Carpi