Martedì 14 Novembre 2017 - 13:00

L'Onu contro la politica europea sui migranti: "Disumano rimandarli in Libia"

L'Alto Commissario Zeid Ra'ad Al Hussein prende posizione sui centri di detenzione: "Offesa alla coscienza dell'umanità"

Libia, migliaia di migranti al Centro di detenzione di Sabratha

La politica dell'Unione europea di assistere la guardia costiera libica per intercettare nel Mediterraneo e riportare indietro i migranti è disumana. È quanto afferma l'Alto commissario delle Nazioni unite per i diritti umani, Zeid Ra'ad Al Hussein, esprimendo sgomento per l'aumento del numero di migranti trattenuti in condizioni orribili nei centri di detenzione in Libia. "La sofferenza dei migranti in detenzione in Libia è un'offesa alla coscienza dell'umanità", ha dichiarato il responsabile Onu per i diritti umani, aggiungendo che "quella che era già una situazione disperata è diventata adesso catastrofica". Zeid Ra'ad Al Hussein parla inoltre di "orrori inimmaginabili sopportati dai migranti in Libia".

Il tema è stato sollevato da diverse organizzazioni umanitarie dopo le restrizioni sull'intervento per salvare i migranti in mare. Le partenze dalle coste libiche sono drasticamente diminuite, ma il flusso dai paesi dell'Africa centrale è proseguito. Risultato: i centri di detenzione libici sono sempre più affollati e lì il livello di vita è subumano e la violenza (stupri, pestaggi, omicidi) inimmaginabile.

Loading the player...
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Victims and their family members watch a television broadcast of the court proceedings of former Bosnian Serb general Ratko Mladic in the Memorial centre Potocari near Srebrenica

Srebrenica: Mladic condannato all'ergastolo, ma farà ricorso

Era l'ultimo grande accusato per il suo ruolo nella guerra in Bosnia, conflitto che causò almeno 100mila morti

FILE PHOTO: Zimbabwe VP Mnangagwa listens as Mugabe delivers his state of the nation address to the country's parliament in Harare

Zimbabwe, venerdì giurerà il nuovo presidente Mnangagwa

E' rientrato in aereo ad Harare. Due settimane fa, destituito da Mugabe, era dovuto fuggire. Elezioni entro settembre del 2018

FILE PHOTO - Artistic Gymnastics - Women's Qualification - Subdivisions

Ginnastica Usa, Gabby Douglas rivela: "Anch'io molestata dal medico"

La campionessa olimpica racconta di essere stata una vittima di Larry Nassar, il sanitario già in galera per pedopornografia

Esercitazione dei bombardieri americani nei cieli della Corea del Sud

Usa, aereo militare precipita nel Pacifico: undici persone a bordo

L'incidente potrebbe essere stato causato da problemi al motore