Sabato 23 Dicembre 2017 - 17:30

L'Inter spreca tutto (rigore compreso). Vola il concreto Sassuolo di Iachini

Agli emiliania basta il gol di Falcinelli. L'Inter crea molto e sbaglia tutto. Consigli para il penalty di Icardi

Sassuolo - Inter

Un gol di Falcinelli al 34' regala una vittoria prestigiosa al Sassuolo contro l'Inter. Al Mapei Stadium va in scena l'harakiri nerazzurro, con numerose occasioni da rete fallite, tra cui un rigore calciato malamente da Icardi. Il Sassuolo si conferma bestia nera per l'Inter, e infligge un ko pesantissimo per le ambizioni scudetto (e Champions) della banda di Spalletti.

Era importante per l'Inter reagire dopo il mezzo passo falso in Coppa Italia contro il Pordenone, e la prima sconfitta stagionale di domenica scorsa a San Siro contro l'Udinese. Spalletti schiera a sorpresa Cancelo dal 1', e sposta sull'out mancino Danilo D'Ambrosio; sulla trequarti Brozovic vince il ballottaggio con Joao Mario (come ampiamente prevedibile).

Tra i neroverdi c'è Falcinelli, con Matri che si accomoda in panchina. L'Inter è padrona del campo, e si rende pericolosa sugli esterni con le avanzate di Perisic e Candreva. E' del croato la prima palla gol pericolosa dell'incontro, con un colpo di testa ben disinnescato da Consigli. Il Sassuolo si dimostra avversario all'altezza, e soprattutto in salute. Agli emiliani ha giovato la cura Iachini, che dopo un leggero periodo di rodaggio, sta dando i frutti sperati. Il Sassuolo sembra essere finalmente la squadra bella e concreta di un tempo, che riesce a giocare a viso aperto anche contro le cosiddette big del nostro campionato. Uno spunto di Politano porta al gol del vantaggio neroverde: al 25' Falcinelli anticipa secco Cancelo, e con uno stacco aereo imperioso firma l'1-0. Per l'ex Crotone è il secondo gol in questo campionato, mentre per Politano è il quarto assist vincente.

L'Inter prova a scuotersi, ma i meccanismi sono lenti e prevedibili. La gabbia costruita da Iachini attorno a Borja Valero è l'arma tattica vincente della prima frazione di gioco. Spalletti prova a pescare dalla panchina il jolly, e ad inizio ripresa inserisce Eder per un deludente ad abulico Brozovic. Il tecnico ha provato ad ampliare la propria rosa di titolari, come ammesso da lui stesso in diverse conferenze stampa, ma non tutti i calciatori nerazzurri si sono dimostrati all'altezza della situazione. Probabilmente Brozovic ha gettato alle ortiche, l'ennesima chance di diventare un perno di questa Inter. I nerazzurri entrano in campo con la rabbia in corpo nel secondo tempo, e al 49' si procurano un calcio di rigore per fallo di mano di Acerbi. Dal dischetto si presenta il capocannoniere Mauro Icardi, che si fa parare il penalty da Consigli. E' il primo errore dagli undici metri per il capitano interista in questa stagione, e il pomeriggio nerazzurro rischia di diventare scurissimo.

Poco dopo Iachini protesta platealmente nei confronti del direttore di gara, per un presunto fallo da rigore commesso da Cancelo su Berardi. Doveri lo accompagna "gentilmente" all'uscita. Spalletti tenta il tutto per tutto e passa alla difesa a tre, chiedendo compiti difensivi e offensivi a Cancelo e Dalbert (subentrato a D'Ambrosio), schierando Joao Mario in cabina di regìa. Piovono cross in area di rigore per la testa di Icardi, che però non è in giornata. Eder manca clamorosamente l'1-1 da ottima posizione, e svaniscono le speranze interiste. Per il Sassuolo è il terzo successo consecutivo, mentre per l'Inter è il secondo stop di fila, che ridimensiona non di poco le ambizioni dei meneghini.

Spalletti - "Sono ancora più convinto che questa squadra sappia quello che deve fare, perché al di là delle sconfitte ho visto delle prestazioni. Ci sono dei momenti in cui non siamo furbissimi, in cui non siamo continui, ma anche oggi la prestazione è stata importante. Anche se è chiaro che ci sono dei dettagli in cui dobbiamo essere più smaliziati". Lo ha detto il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti ai microfoni di Premium Sport commentando la sconfitta incassata in casa del Sassuolo. "Cosa dirò alla squadra? Qualcosa dirò, ma non posso svelare tutto ai giornalisti. Anche se non penso ci siano tante cose da forzare alla squadra: la squadra è stata in partita per tutto il tempo, anche se certe situazioni a ridosso dell'area di rigore avversaria dobbiamo migliorarle - ha evidenziato - Tante situazioni le abbiamo pagate a caro prezzo".

SASSUOLO-INTER 1-0

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan (dal 50' st Cannavaro); Berardi (dal 18' st Ragusa), Falcinelli, Politano (dal 38' st Mazzitelli). A disp: Pegolo, Cannavaro, Gazzola, Rogerio, Mazzitelli, Frattesi, Ragusa, Pierini, Scamacca, Matri. All: Iachini.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio (dal 32' st Dalbert), Skriniar, Miranda (dal 35' st Joao Mario), Cancelo; Gagliardini, Borja Valero; Candreva, Brozovic (dal 1' st Eder), Perisic; Icardi. A disp: Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Santon, Nagatomo, Joao Mario, Karamoh, Eder, Pinamonti. All: Spalletti.

Arbitro: Doveri di Volterra. Reti: Falcinelli (S) al 34'.

Note: Ammoniti Brozovic (I), Magnanelli (S), Cancelo (I), al 49' Icardi (I) fallisce un rigore.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

RUS, FIFA WM 2018, Frankreich vs Kroatien

La smentita di Modric: "Mai contattato l'Inter, solo sciocchezze"

Ma secondo la stampa spagnola sarebbe stato proprio l'entourage del croato a mettersi in contatto con i nerazzurri

FBL-ITA-SERIEA-SASSUOLO-INTER

Serie A, l'Inter non va ancora. Vince (1-0) un ottimo Sassuolo

La squadra di Spalletti è parsa confusa, male organizzata e in ritardo di condizione. Male Dalbert (così così Lautario). Rete decisiva di Berardi su rigore

Amichevole Inter vs Zenit

Calcio, Spalletti non si nasconde: "Per lotta scudetto c'è anche Inter"

Alle 20.30 l'esordio con il Sassuolo. Il mister nerazzurro ora ha una formazione "più forte rispetto a quella dell'anno scorso. Ora si fa sul serio"

Asian Games 2018: Erick Thohir in conferenza

Inter, Thohir: "Ecco perché ho deciso di vendere ai cinesi"

Parla il presidente del Comitato organizzatore dei 18esimi Giochi Asiatici e azionista di minoranza del club nerazzurro: "Mi sono dovuto proteggere"