Martedì 28 Marzo 2017 - 15:00

L'Equipe si scusa con Verratti: Non era in locale prima di Barça-Psg

"Abbiamo avuto la certezza che le informazioni erano false e fornite da fonti esterne malintenzionate"

'L'Equipe' si scusa con Verratti: Non era in locale prima di Barça-Psg

La notizia della presenza di Marco Verratti ad una festa il giorno prima della partenza per Barcellona era falsa. 'L'Equipe' fa retromarcia e presenta le proprie scuse. Il giornale sportivo francese aveva scritto, lo scorso 9 marzo, che i due giocatori del Psg Verratti e Matuidi erano stati pizzicati a fare le ore piccole in un locale a 48 ore dalla sfida di Champions League, poi conclusa con l'incredibile 'remuntada' di Messi e compagni. Un'indiscrezione che aveva scatenato la furia del club francese e del procuratore del nazionale azzurro, Donato Di Campli, che aveva minacciato querela. "Abbiamo avuto la certezza che queste informazioni sono false e sono state fornite da fonti esterne malintenzionate", ha spiegato 'L'Equipe' in un comunicato. "Vi presentiamo le nostre scuse. E le presentiamo in ugual misura a Verratti e Matuidi, per il torto che abbiamo provocato a loro e al loro club, il Psg". Lo stesso Verratti ha postato la lettera del giornale sul suo profilo Instagram, con il commento: 'Scuse accettate, nessun rancore'.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Real Madrid vs Villareal - La Liga spagnola

Ronaldo e il futuro (incerto): l'agente pronto a negoziare l'addio al Real

Secondo i media portoghesi, in casa Blancos si starebbero esaminando le varie proposte per trattare sulla partenza del fuoriclasse

Liverpool v Manchester City - Premier League

Premier League, pioggia di gol e spettacolo: il Liverpool supera il City 4-3

Dopo 23 giornate cade l'imbattibilità della squadra di Guardiola, capolista in campionato con 62 punti. I Reds salgono a 47

"Guarda come i cioccolatini si fondono al sole": è bufera sullo Spartak Mosca

Il commento razzista in un video pubblicato su Twitter. Il club si difende: "Era uno scherzo"