Mercoledì 28 Settembre 2016 - 11:45

L'Aquila, truffa sui fondi del terremoto: scatta il sequestro

Richiesti 470mila euro di contributi attraverso false autocertificazioni

L'Aquila, truffa sui fondi del terremoto: scatta il sequestro

In seguito alle indagini della guardia di finanza dell'Aquila, è stato disposto un sequestro preventivo di 470mila euro nei confronti di un uomo, colpevole di aver ricevuto indebitamente dei contributi dal comune per risistemare un'abitazione dopo il sisma del 2009.

Grazie all'attenta ricostruzione dei finanzieri, si è infatti scoperto che l'uomo aveva richiesto questi fondi attraverso delle false autocertificazioni che attestavano come l'immobile fosse la sua abitazione principale. In realtà, all'epoca del sisma, l'uomo abitava a Milano. Ulteriori indagini hanno permesso di stabilire che l'indagato non solo non ha mai abitato in quell'abitazione, ma l'aveva pure data in affitto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Terremoto, Curcio: Con prevenzione solo predicata perderemo sempre

Terremoto, Curcio: Con prevenzione solo predicata perderemo sempre

"La vera attività va fatta prima, in termini di una pianificazione che deve essere più ampia e strutturata"

Novara, incendio in casa: due anziani perdono la vita

Novara, incendio in casa: due anziani perdono la vita

Si è messa in salvo invece la figlia della coppia

Rigopiano, 9 estratti vivi e 5 vittime. Ancora 23 i dispersi. Curcio: Condizioni estreme

Rigopiano, 9 estratti vivi e 5 vittime. Ancora 23 i dispersi. Curcio: Condizioni estreme

Undici i sopravvissuti, nove sono in ospedale. Sentiti "nuovi segnali" sotto le macerie dell'albergo

 Hotel Rigopiano, miracolo e angoscia dopo la slavina

REPORTAGE Hotel Rigopiano, miracolo e angoscia dopo la slavina

Si riunisce così la famiglia di Giampiero Parete, colui che aveva lanciato l'allarme