Giovedì 02 Febbraio 2017 - 15:15

Allarme di Orlando: 393 detenuti a rischio radicalizzazione

La maggioranza è nata in Tunisia e Marocco

L'allarme di Orlando: 393 detenuti a rischio radicalizzazione

"Sono complessivamente 393 i detenuti sottoposti ad analisi per rischio di radicalizzazione violenta o proselitismo in carcere, con un diverso grado di pericolosità, di questi 175 a forte rischio di radicalizzazione, 46 sono sottoposti a regime detentivo di alta sicurezza perchè accusati di terrorismo internazionale". Lo ha affermato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, nel corso di un'audizione davanti alla Commissione Affari costituzionali della Camera. "La maggioranza è nata in Tunisia (115), Marocco (105), Egitto (27) - ha sottolineato il guardasigilli - Vi sono poi 14 soggetti nati in Italia di cui tre con cognome di origine straniera".

"Per 130 di tutti costoro non sono emersi segnali concreti di radicalizzazione; restano pero' sospettati e sottoposti ad osservazione. 88 soggetti, non ancora classificati come radicalizzati, hanno manifestato concreti e ripetuti atteggiamenti, anche in occasione di gravi attentati, che fanno presupporre vicinanza all'ideologia jihadista e quindi propensione alla attività di proselitismo e reclutamento", ha aggiunto.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Oltre 1000 migranti salvati oggi dalle navi della Marina Militare

Si tuffano dal barcone per raggiungere soccorsi: dispersi 4 migranti. Fermati gli scafisti. Open Arms contro l'Italia

Fermo per undici persone dopo lo sbarco a Pozzallo. Salvini torna all'attacco: "Due navi di ong in mare, porti italiani li vedranno in cartolina"

Migranti, Ue stoppa Salvini su porti in Libia. Sì alla mediazione Conte

La Commissione spinge per "soluzioni europee" e maggiore cooperazione tra gli Stati. No categorico sulla possibilità di riconoscere i porti libici come sicuri

Montecitorio. Manifestazione del Movimento 5 stelle contro il Rosatellum

Decreto Dignità, Fico: "Credo a Di Maio". E la 'manina' diventa un'ossessione

Per il ministro "il numero della relazione una questione da chiarire ancora"

Funerali di Carlo Vanzina alla Basilica di Santa Maria degli Angeli

Vigilanza Rai, Berlusconi vuole Barachini. Per Consulta accordo su Antonini

La candidatura potrebbe essere apprezzata anche dal Movimento 5 Stelle