Lunedì 24 Luglio 2017 - 12:45

L'agenzia europea del farmaco a Milano: presentata la candidatura

Paolo Gentiloni al Pirellone con il sindaco Sala: Impegno nazionale e locale per l'Ema. Una grande occasione economica e di prestigio

Paolo Gentiloni al Pirellone di Milano

L'Ema a Milano. L'Italia ha deciso di presentare formalmente la candidatura di Milano per ospitare l'agenzia europea del farmaco (European Medicines Agency) che aveva sede a Londra na che, in seguito alla Brexit, deve cambiare sede. Il premier Paolo Gentiloni è oggi nel capoluogo lombardo a spiegare il punto di vista dell'Italia e a raccogliere consensi e pressione per portare a casa quella che sarebbe una grande opportunità economica oltre che di prestigio.

"Una grande opportunità che Milano e il nostro Paese mettono a disposizione dell'Europa - ha detto Gentiloni parlando al Pirellone durante la conferenza stampa di presentazione del dossier in base al quale l'Italia chiede l'assegnazione a Milano della nuova sede Emas -. Questa candidatura ha tutte le caratteristiche per essere una grande occasione per la Ue. La continuità del lavoro dell'agenzia è garantita, per la capacità di connessione che Milano ha. Poi le sinergie possibili con l'Efsa a Parma. Questo è un elemento di vantaggio per noi".

"Ci aspettiamo che il presidente del Consiglio lotti come un leone per portare a casa Ema". Gli ha detto subito dopo il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. "Ce la giochiamo per vincere. Questa partita Milano, la Lombardia e l'Italia se la giocano per vincere. Abbiamo le condizioni per farlo". ha risposto il premier.

Ed è toccato a Sala spiegare i "plus" della candidatura milanese: "Il primo messaggio è che noi siamo convinti che Milano abbia veramente le carte in regola. A volte siamo timidi e non consideriamo abbastanza il nostro valore: viviamo in una città con 2.500 voli a settimana, 14 scuole internazionali, sanità e un sistema ospedaliero fondamentali. Entro un chilometro abbiamo 7mila stanze di hotel da offrire. Noi questa partita la vogliamo vincere. Abbiamo già portato a casa un grande risultato: lavorare insieme e riflettere sulla nostra qualità. Per Milano sarebbe veramente una consacrazione internazionale, a fronte di un percorso fatto in questi anni con Expo". E ancora: "Abbiamo dati macroeconomici straordinari in città: ridurre di un punto la disoccupazione in un anno non è poco. Stiamo molto, molto con i piedi piantati per terra. Sarebbe una consacrazione meravigliosa".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palazzo Rospigliosi. Convegno "Il Lavoro che cambia"

Bonus giovani, Poletti: "Clausola anti-licenziamenti"

Non ancora definito se gli incentivi assunzione saranno destinati solo agli under 29

Nuovo rimpasto in Campidoglio, via Mazzillo: da Livorno arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia giunta: via Mazzillo, arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia ancora e ha scelto l'assessore della giunta Nogarin che oggi si è dimesso

Borsa, Piazza Affari in calo con le banche: ancora bene Fca

Borsa, Piazza Affari in calo con le banche: ancora bene Fca

Lo spread fra Btp e Bund è salito oggi sino a quota 175 punti base

Vitalizi, Zanda: "Pd non ha nessuna intenzione di insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

Vitalizi, Zanda: "Pd non vuole insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

I pentastellati attaccano: "E' d'accordo il collega Sposetti nell'affossare il testo, ma non può dirlo apertamente"