Domenica 17 Dicembre 2017 - 23:00

L'accademico iraniano Djalali confessa: "Spionaggio per sabotare programma nucleare"

L'ammissione alla tv di Stato. Secondo la moglie, tuttavia, l'uomo, già condannato a morte, sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione

Foto tratta dal profilo Twitter #SAVEAHMAD

Ahmadreza Djalali, accademico iraniano residente in Svezia, ha confessato alla tv di Stato iraniana di aver fornito informazioni a Israele per aiutarlo ad assassinare diversi scienziati nucleari iraniani. La moglie però, parlando per telefono da Stoccolma, ha dichiarato che l'uomo sarebbe stato costretto dai suoi interlocutori a leggere la confessione.

La Corte suprema iraniana ha confermato la scorsa settimana una condanna a morte contro Djalali, medico e docente al Karolinska Institute di Stoccolma.

Nel reportage televisivo, Djalali è stato collegato all'assassinio di quattro scienziati iraniani tra il 2010 e il 2012. Delitti che per Teheran rappresentavano un chiaro tentativo israeliano di sabotare il suo programma di energia nucleare.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Washington: Macron al Congresso Usa

Macron a Congresso Usa: "Sì multilateralismo, mai armi nucleari a Iran"

Il presidente ha rimarcato l'amicizia franco-americana, gli "ideali e valori comuni", ringraziando Trump per il "forte simbolo" dell'invito alla Francia nella "prima visita di Stato"

Vincent Bolloré fermato e interrogato per tangenti in Africa

Francia, Bolloré davanti ai giudici: accusato di corruzione

Il miliardario, primo azionista di Vivendi, avrebbe pagato delle tangenti per concessioni portuali in Africa

Alfie Evans court case

Alfie, bocciato nuovo ricorso dei genitori: no al trasferimento in Italia

La Corte d'appello di Londra non cambia idea: il bimbo, affetto da una malattia neurodegenerativa incurabile non può lasciare il Regno Unito