Venerdì 14 Agosto 2015 - 11:25

Kristen Stewart: Non voglio etichettare la mia sessualità

IMG

Los Angeles (California, Usa), 14 ago. (LaPresse) - E' sempre stata ambigua riguardo le sue preferenze sessuali, Kristen Stewart: dopo la storia con Robert Pattinson, che l'ha lasciata perché lei l'aveva tradito, ha vissuto una relazione con la sua assistente personale Alicia Cargile. Ma la protagonista di 'American Ultra' non ci sta a dover per forza definire la sua sessualità.

 

"Se senti di voler definire te stesso e hai l'abilità di articolare alcuni parametri in cui definirti, allora fallo - ha detto la 25enne al numero di settembre di 'Nylon' - Io però sono un'attrice e vivo nell'ambiguità di questo mestiere. E mi piace così. Io faccio solo il mio mestiere".

 

"Fino a quando non deciderò di fondare un'associazione o nel caso in cui abbia delle prospettive o opinioni che gli altri dovrebbero conoscere, non lo farò - ha detto ancora Kristen Stewart - sono solo una ragazza che fa cinema".

 

Quando le è stato chiesto, invece, chi stesse frequentando, l'attrice ha detto semplicemente: "Cercami su Google, non mi sto nascondendo".

Stewart ha anche dichiarato di pensare che, tra qualche anno, per la gente smetterà di essere importante etichettare le persone in base alla loro sessualità e a chi frequentano. "Penso che tra tre o quattro anni ci saranno molte persone che non riterranno necessario chiarire se sono gay o etero. È come dire, fai quello che vuoi", ha dichiarato.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma, la presentazione della nuova stagione di Otto e Mezzo

Lilli Gruber: "Non ho mai pensato di sposarmi o di avere figli"

Le confessioni della giornalista: "Le donne devono chiedere e pretendere di più o non arriveranno mai al vertice"

Emmy 2017, le critiche a Nicole Kidman: bacia Skarsgård davanti al marito e dimentica i figli adottivi

Un bacio dolce sulle labbra quello che Nicole Kidman ha dato al collega, mentre suo marito Keith Urban era lì a guardare

Tribunale Milano: Fabrizio Corona condannato a un anno, assolto per due reati

In carcere un altro anno. Corona fa lo sciopero della fame: "Disposto a sacrificare la mia vita"

In una lunga lettera dal carcere spiega a Verissimo la sua delusione e insofferenza