Sabato 09 Dicembre 2017 - 23:30

Juventus-Inter finisce pari, Allegri: "Mancato gol, loro da scudetto"

Finita la partita è tempo di fare autoanalisi. Spalletti: "Grandissimo punto ma potevamo fare di più"

Juventus vs Inter

"C'è da fare i complimenti ai ragazzi, hanno fatto una bella partita senza mai concedere un tiro in porta ai nostri avversari. Non era facile, perché l'Inter è una squadra compatta, con buona tecnica. Ci è mancato solo il gol". E' questa l'analisi del tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ai microfoni di Premium Sport dopo il pareggio a reti bianche ottenuto contro l'Inter. "In fase difensiva siamo stati bravissimi a bloccare i loro esterni, che sono quelli che in Serie A hanno effettuato più cross. Dispiace non aver vinto, tre punti oggi ci avrebbero dato una bella iniezione di fiducia, ma siamo sulla buona strada. Noi non stiamo ancora benissimo, abbiamo ancora margini di miglioramento, specialmente a livello fisico: in queste settimane dobbiamo continuare a lavorare per essere in grado di aumentare in ritmi gara - ha proseguito l'allenatore toscano - Nella Juventus anche i top player possono restare in panchina? Gioca chi sta meglio: dico sempre che nel calcio correre non è indispensabile, ma aiuta".

Sulla decisione di puntare su Dybala anziché Douglas Costa Allegri ha spiegato che voleva "qualcuno che potesse creare qualche problema all'Inter tra le linee: sono contento di quello che ha fatto, ma come tanti altri giocatori deve ancora crescere. L'Inter può arrivare in fondo, può lottare per il titolo e la Juventus pure. La sensazione è che la mia squadra non sta ancora benissimo, come vorrei io, ma venivamo da un martedì in cui ci siamo giocati il passaggio del turno in Champions e dalla sfida del San Paolo. Sono soddisfatto - ha concluso l'ex allenatore del Milan - Chi vorrei pescare al sorteggio di Champions? Abbiamo il 66% di possibilità di prendere un'inglese, chi viene viene, ci faremo trovare pronti".

"Non mi sono arrabbiato con il mister dopo la sostituzione: volevo solo uscire veloce, perché mancava poco tempo. Il cambio l'ho chiesto io. La delusione nello spogliatoio, ora, era evidente: abbiamo dimostrato di essere la squadra più forte in campo. Ci spiace perché siamo stati superiori e volevamo vincere: potevamo fare qualcosa in più sottoporta, ma andiamo avanti". Lo ha detto il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic.

"Penso che siano due punti persi, pur avendo di fronte una squadra molto solida a cui facciamo i complimenti per il cammino finora svolto. Ora pensiamo al Bologna, dovremo ricominciare a vincere. Noi rispettiamo tutti gli avversari, ma ci sentiamo forti: il campionato è lungo, lavoreremo duro perché vogliamo continuare a dominare la Serie A e vincere questo Scudetto - ha sottolineato il bosniaco - Chi vorrei evitare in Champions? Chiunque prendiamo sarà dura, se proprio devo fare un nome vorrei evitare il City". 

"Non sono arrabbiato, ma ci sono stati dei momenti in cui abbiamo perso qualche pallone di troppo, invece dovevamo essere più tranquilli e fidarci delle nostre qualità. Poi, aver portato via un punto qui senza aver preso gol va bene. Ma tutto quello che abbiamo ottenuto finora ce lo siamo guadagnato e dobbiamo ben tenerlo a mente. Invece abbiamo avuto un po' di timore, come se non ci meritassimo di stare qui, come se qualcuno ancora non ci creda di essere cresciuto così tanto. Questo è un grandissimo punto, in un campo difficile". Il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti ha commentato così ai microfoni di Premium Sport lo 0-0 di questa sera contro la Juventus.

"Stasera qualcosa di più potevamo fare, non eravamo così determinati come invece siamo stati in altri frangenti: in alcuni momenti è sembrato che ci si accontentasse un poco, come se la fase di possesso ci bastasse. Invece dovevamo essere più rabbiosi nel provare a fare di più - ha proseguito l'ex allenatore della Roma - Lo scambio di battute con Chiellini? L'ho visto partire dalla sua area per andare dall'arbitro e pensavo si volesse lamentare di qualcosa, ma in realtà non era successo niente. Se mi avessero detto, all'inizio, di pareggiare a Napoli e Torino e di vincere a Roma non avrei firmato: dobbiamo puntare al massimo. Casomai, la domanda sarebbe 'perché non le abbiamo vinte tutte?', perché secondo me avremmo potuto. A noi non manca niente: stasera entrambe le squadre potevano ambire a vincere".

"Non è vero che abbiamo avuto paura, quella mai. Forse c'è mancata un po' di cattiveria davanti, ma siamo venuti qui a Torino per vincere. Dobbiamo proseguire su questa linea, stiamo costruendo qualcosa di positivo". Il centrocampista dell'Inter Borja Valero vede il bicchiere mezzo pieno dopo il pareggio. "Icardi è unico, ma stasera non siamo riusciti a servirlo molto bene. Se il Napoli domani ci supererà non cambia nulla, non sarebbe cambiato nulla nemmeno se avessimo vinto - ha aggiunto lo spagnolo ai microfoni di Premium Sport - ci sono ancora tante partite". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Torino vs Juventus

Batosta contro il Napoli, i tifosi contestano la Juve: "Fuori i c..." | Video

Cori all'ingresso del centro sportivo di Vinovo, dove la squadra si allena in vista del match di sabato contro l'Inter

FBL-ITA-SERIE A-JUVENTUS-NAPOLI

Buffon: "Nessuna accusa a Benatia nello spogliatoio. Vogliono destabilizzarci"

Il capitano interviene sull'accesa discussione che ci sarebbe stata dopo la gara col Napoli. "Mai attaccato un compagno"

Juve, Allegri chiama al riscatto: "Ora serve qualcosa di straordinario"

La botta firmata Koulibaly si sente ancora, ma il tecnico non si abbatte: "Recuperiamo e prepariamo al meglio questo finale"

Juventus vs Napoli

Juve, Chiellini salta l'Inter: lesione al bicipite femorale

Brutte notizie per i bianconeri. Dopo l'infortunio durante il match con il Napoli, la sua stagione rischia di finire qui