Lunedì 14 Novembre 2016 - 17:15

Juve, Marotta: 6/o scudetto storico. Champions? Puntiamo al massimo

L'ad risponde alle critiche: "Vinciamo ma non giochiamo bene? L'importante è ottenere la vittoria"

Juve, Marotta: 6/o scudetto storico. Champions? Puntiamo al massimo

"Gli obiettivi? Credo che il sesto scudetto di fila rappresenterebbe davvero qualcosa di storico e di unico. E poi con tutto lo staff della Juventus, dal punto di vista del bilancio, dobbiamo incrementare i ricavi, perché oggi la concorrenza è più pronunciata rispetto ad alcuni anni fa". Queste le parole dell'ad e dg della Juventus, Giuseppe Marotta, a un un convegno sul futuro del calcio italiano, a Milano, prima di ricevere il premio come manager sportivo dell'anno. E, a margine, a proposito del traguardo Champions, ha risposto: "Ci si partecipa per ottenere il massimo. Noi abbiamo questo obbligo, quello di dare il massimo. Se poi dare il massimo significa arrivare in alto, ben venga".

Rispondendo alle critiche di chi dice che la Juve vince ma non gioca bene, Marotta ha spiegato: "L'importante è vincere, poi se la vittoria viene attraverso un gioco spettacolare, ben venga. Non è facile perché, quando giochiamo noi, il livello di motivazione degli avversari è davvero forte. Ciò nonostante auspichiamo che si possa sempre divertire e generare emozioni, che è uno dei nostri obiettivi", ha concluso.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Ronaldo: il debutto nella Juve in prima pagina anche a Jakarta

All'interno del principale quotidiano indonesiano, un'intera pagina su CR7 e sui bianconeri, con riferimento anche alla tragedia del ponte Morandi a Genova

Amichevole Juventus A vs Juventus B a Villar Perosa

Serie A, inizia era Ronaldo. Napoli e Ancelotti per spezzare egemonia Juve

I bianconeri inizieranno la caccia al loro ottavo Scudetto consecutivo sullo sfondo di un paese in lutto dopo il tragico disastro di Genova

Juve verso il Chievo, Allegri: "Ronaldo valore aggiunto, curioso per l'esordio"

Il mister saluta Marchisio: "Grande giocatore e grande uomo". E sulla Champions: "Chissa che quest'anno non tocchi a noi"

Juve, l'addio di Marchisio è una storia scritta tanti mesi fa

Una fine annunciata, ma destinata comunque a far discutere