Martedì 25 Ottobre 2016 - 16:45

Juventus, azionisti approvano bilancio in utile di 4.1 milioni

L'Assemblea si è riunita oggi a Torino sotto la presidenza di Andrea Agnelli

Juve, azionisti approvano bilancio in utile di 4.1 milioni

L'Assemblea ordinaria degli azionisti della Juventus, riunitasi oggi a Torino sotto la presidenza di Andrea Agnelli, ha approvato il bilancio di esercizio al 30 giugno 2016 che si è chiuso con un utile netto di 4.1 milioni (utile di 2.3 milioni nell'esercizio 2014/2015) che è stato interamente destinato a riserve. Conseguentemente non sono stati deliberati dividendi.

L'Assemblea - si legge in una nota - ha inoltre approvato la Relazione sulla remunerazione ai sensi dell'art. 123-ter del D.Lgs. 58/98. Infine si informa che, a seguito del recepimento della direttiva Transparency (decreto legislativo n. 25 del 15 febbraio 2016, d.lgs 25/2016) che ha eliminato l'obbligo di pubblicazione dei Resoconti Intermedi di Gestione, a partire dall'esercizio 2016/2017, Juventus non pubblicherà più tali resoconti con riferimento al primo e al terzo trimestre dell'esercizio modificando conseguentemente il proprio calendario finanziario.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Dani Alves rifiuta maxi offerta Chelsea per andare al City

Dani Alves rifiuta maxi offerta Chelsea per andare al City

Avrebbe rifiutato una maxiproposta dei Blues da 7 milioni di euro a stagione

Juventus, prima offerta per Matuidi, frenata Douglas Costa

Juventus, prima offerta per Matuidi, frenata Douglas Costa

I bianconeri avrebbero presentato una prima proposta di 15 milioni di euro al Psg per il nazionale francese

Juve: Buffon, Bonucci e Dybala in Top 11 World Soccer per 2017

Juve, Buffon, Bonucci e Dybala in Top 11 World Soccer per 2017

Per il Real ci sono Sergio Ramos, Marcelo e Cristiano Ronaldo

Darmian verso l'addio al Manchester: lo vuole la Juve

Darmian verso l'addio al Manchester: lo vuole la Juve

Le parti stanno trattando per un prestito con obbligo di riscatto fissato a 20 milioni di euro