Giovedì 16 Febbraio 2017 - 13:15

Allegri: Testa a Palermo, teniamo lontano il pensiero Champions

E sul Napoli dice: "Complimenti alla squadra, ha fatto una buona partita. Non era semplice giocare a Madrid"

Juve, Allegri: Testa a Palermo, teniamo lontano il pensiero della Champions

Il pensiero della Champions "va tenuto lontano per forza, perché domani c'è da giocare una partita da vincere e le vittorie dei campionati passano da queste gare". Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, concentra le sue attenzioni esclusivamente all'anticipo di domani con il Palermo, impegno che precede la sfida di Champions League contro il Porto di mercoledì. "Il Palermo, da quando è arrivato Lopez, ha fatto una vittoria, un pareggio e una sconfitta in casa", ha ricordato il tecnico bianconero in conferenza stampa. "E' una squadra che ha più ordine, che non concede spazi. Bisogna cercare di essere veloci tecnicamente ed aggressivi. Siamo a meno 14 dalla fine del campionato ed ogni errore può costarci caro. Non dobbiamo sbagliare l'atteggiamento, e i ragazzi lo sanno perché sono molto responsabili", ha aggiunto Allegri.

Il tecnico bianconero ha poi chiarito sulle condizioni di alcuni giocatori e sulla possibile formazione anti-Palermo. "Pjanic sta bene. Per Benatia e Sturaro devo valutare oggi e poi decido. Visto che Chiellini e Barzagli stanno recuperando, tra domani e domenica sapremo se saranno a disposizione per il Porto". Il difensore marocchino "sta molto bene, è rientrato dalla Coppa d'Africa in buone condizioni. Bonucci, dopo l'infortunio aveva bisogno di un po' di partite per rientrare in una buona condizione. Domani uno tra Benatia e Rugani giocherà".

Con i rosanero possibilità anche per Sturaro, "può darsi che giochi, dipende se giocheremo con i 4 davanti o con i 3 in mezzo al campo. Però sicuramente o da all'inizio o a partita in corso troverà spazio". Il turnover in vista del Porto non toccherà Buffon: "Domani gioca. Poi vedremo dopo la Champions". "Al posto di Mandzukic o gioco con i tre i mezzo, ne tolgo uno davanti, o giochiamo con i 4 davanti e a quel punto il posto di Mandzukic lo può occupare Pjaca o Sturaro", ha proseguito il mister bianconero. Quanto a Dani Alves, "domani più che un test, è una partita che lo porta avanti di condizione, ma Lichtsteiner sta facendo bene".

COMPLIMENTI AL NAPOLI. Allegri elogia poi i partenopei ieri sconfitti in casa del Real in Champions. "C'è da fare i complimenti al Napoli per la partita che ha fatto". "Non era semplice giocare a Madrid per una squadra che non ha tantissima esperienza in campo internazionale", ha spiegato il tecnico bianconero in conferenza stampa alla vigilia dell'anticipo con il Palermo. "Ha fatto una buona partita contro un Real che ha dei giocatori di altissimo livello tecnico. La tecnica dei singoli giocatori è spettacolo puro e bello da vedere, però il Napoli ha fatto una bella partita". Ad Allegri, nel complesso, sono piaciute le prime gare degli ottavi: "Mi sono divertito molto. Quando si vedono le partite si portano a casa sempre dei suggerimenti e si può imparare. Sono state due belle giornate, ci sono stati valori tecnici assoluti nei singoli giocatori e di squadra". Elogi anche per il Psg: "Ha dimostrato che è una realtà importante, è una squadra che a livello fisico e tecnico è ai livelli delle prime. Non credevo che potesse battere così nettamente il Barcellona, ma aveva sicuramente possibilità".

Sul vivace botta e risposta post-gara tra De Laurentiis e Sarri, Allegri ha commentato: "Non ho mai polemizzato su quello che può dire un presidente e non può dire. Ripeto, a Sarri c'è da fare i complimenti per il lavoro che sta svolgendo a Napoli e per la partita. Il Napoli - ha continuato l'allenatore bianconero - non è ancora battuto, ha la possibilità in casa di poter ribaltare il risultato. E ha il Real Madrid di fronte. Non si può pensare sempre cose che a volte sono impossibili da fare".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

La Juventus a Villar Perosa per l'amichevole Juventus A vs Juventus B

Allegri: La Juve ancora favorita se non sarà presuntuosa, fondamentale battere Cagliari

"Dybala deve confermarsi in Italia e in Europa. De Sciglio deve trovare la convinzione"

Finale Supercoppa 2016-2017 Juventus - Lazio

Supercoppa, la Lazio trionfa al 93esimo minuto. Alla Juve non basta un grande Dybala

Match dalle mille emozioni, decisivo il gol di Murgia. Per Allegri problemi dietro e manovra troppo confusa

Finale Supercoppa 2016-2017 Juventus - Lazio

Supercoppa alla Lazio, Juve sconfitta 3-2 nel recupero

Botta e risposta Immobile-Dybala, decide il baby Murgia

La Juve punta  André Gomes

Barça 'molla' Dybala: incompatibile con Messi. Juve punta André Gomes

L'arrivo del centrocampista Paulinho nelle file blaugrana potrebbe favorire la cessione del portoghese