Lunedì 23 Aprile 2018 - 18:15

Juve, Allegri chiama al riscatto: "Ora serve qualcosa di straordinario"

La botta firmata Koulibaly si sente ancora, ma il tecnico non si abbatte: "Recuperiamo e prepariamo al meglio questo finale"

Mancheranno ancora 360 minuti da giocare con un punto di vantaggio, ma la botta firmata Koulibaly si sente ancora in casa Juventus. E ad ammetterlo, passata una notte certo lontana dai festeggiamenti partenopei, è lo stesso allenatore bianconero, Massimiliano Allegri, che sceglie un aggettivo non banale - straordinario - per spiegare cosa necessario per non farsi strappare lo scudetto. "Ora mancano quattro partite, abbiamo una settimana per recuperare le energie e preparare al meglio questo finale. Bisogna essere bravi e avere la serenità perché abbiamo ancora un punto di vantaggio, bisogna fare qualcosa di straordinario", dice senza giri di parole a margine dell'incontro dei club con gli arbitri al Coni.

Loading the player...

Il calendario sembra oggettivamente più duro per i campioni d'Italia, che sfideranno nelle ultime quattro di Serie A Inter e Roma in trasferta. Il tecnico livornese però cerca di sgombrare il campo dagli alibi perché, pur riconoscendo come "ci aspettano partite difficili", le insidie "ce l'hanno anche loro e poi nel calcio non c'è mai niente di scontato. E' un bel finale di stagione, molto interessante per tutti. Sono decisive tutte le partite". Sicuramente uno dei match più attesi finora era quello dello Stadium di domenica che, vista la deludente prestazione della Juve, lo stesso Allegri avrà vivisezionato per non ripetere gli errori commessi al cospetto della banda Sarri. "La partita sicuramente non è stata bella, è stata una partita bloccata in cui loro hanno avuto un po' più di gestione della palla ma grandi occasioni non ce ne sono state - ha spiegato - C'è stato questo episodio al 90' in cui noi potevamo sicuramente fare meglio, ma il calcio è questo, sono cose che succedono".

La testa è infatti tutta all'epilogo di stagione thrilling, dove può ancora arrivare anche una Coppa Italia con la finale del 9 maggio all'Olimpico. Se su Twitter il mister suona la carica ("I processi, le colpe, le ipotesi non contano. Conta solo continuare a lavorare per vincere!"), a Vinovo bisogna cercare di risolvere i nodi del pettine bianconero. In primis urge rivitalizzare fisicamente Higuain e Khedira e magari trovare anche una quadra difensiva dopo l'infortunio di Chiellini, che potrebbe aver chiuso anzitempo la stagione. Nulla è perduto però: ritrovando la compattezza di Madrid e sfruttando le qualità dei 'freschi' Cuadrado e Bernardeschi il passo falso con Napoli sarà solo un ricordo. E lì sì che sarebbe uno scudetto "straordinario".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma - Juventus

Juventus, Marotta fa il punto sul mercato: "Higuain e Mandzukic restano. Milinkovic? Costa troppo"

"L'operazione Emre Can si può definire nel giro di 10 giorni", ha dichiarato l'ad bianconero

Juventus vs Milan - Finale Coppa Italia TIM 2017/2018

Calcio, Allegri resta alla Juve ma per ora niente rinnovo

Vertice fra il tecnico e la dirigenza bianconera presso la sede del club alla Continassa

Alla festa degli juventini spunta la bara di Insigne. Napoli: "Gesto grave"

Lo screenshot preso da un live di Douglas Costa: è polemica

Juventus vs Hellas Verona

Juve supera il Verona 2-1 tra festa scudetto e commozione addio Buffon

Tra lacrime e applausi, tra commozione e gioia, ora la festa bianconera può iniziare davvero