Giovedì 12 Gennaio 2017 - 10:30

Jobs act, Landini: Su articolo 18 tenteremo tutte le strade

Ha insistito sulla necessita' che i voucher siano aboliti

Jobs act, Landini: Contro articolo 18 tenteremo tutte le strade

Appena saranno rese note le motivazioni della decisione di ieri della Corte Costituzionale sull'inammissibilita' del referendum sul Jobs act, il sindacato "valutera' quali sono tutte le strade" percorribili, "italiane, europee, legislative e contrattuali". Lo ha affermato il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, che si e' detto "curioso di capire le motivazioni che hanno portato a rendere non ammissibile" il quesito referendario sul Jobs act. Intervistato a Radio Anch'io su Radio2, Landini ha ricordato che nel 2003 il quesito referendario sull'articolo 18 era stato ritenuto invece ammissibile. Il leader dei metalmeccanici della Cgil ha quindi insistito sulla necessita' che i voucher siano aboliti, ritenendo sbagliato un intervento correttivo da parte dell'esecutivo: "Il punto non e' vedere i danni fatti, e ne sono stati fatti anche troppi, ma cancellare i voucher" e discutere in Parlamento la Carta dei diritti al centro di una proposta di legge della Cgil, che regola il lavoro occasionale, garantendo diritti e tuteli ai lavoratori
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio ospite a "Porta a Porta"

Vaccini, Di Maio come Salvini: "Niente obblighi, solo raccomandazioni"

La dichiarazione del candidato premier M5s ha ricordato a molti quella del leader della Lega sullo stesso tema

Inizio campagna elettorale per il candidato Attilio Fontana a Varese

Lombardia, Fontana: "Razza bianca a rischio". Gori: "No a isterismi e demagogia"

Le frasi shock del candidato di centrodestra su Radio Padania: "Se li accettassimo tutti non ci saremmo più noi come etnia"

Tessera del Pd bruciata: capogruppo M5s a Roma si scusa e rimuove video

Dietrofront di Paolo Ferrara dopo le polemiche: "Ho esagerato"

Pietro Grasso visita il parco di Via Giovannipoli, a Garbatella.

Elezioni, Grasso: "In Lombardia non c'erano presupposti per accordo con Pd"

Il leader di Liberi e Uguali. "In Lazio siamo con Zingaretti, ma se dem non stanno a sinistra non possiamo appoggiarli"