Sabato 14 Gennaio 2017 - 23:30

Holliday non sarà a cerimonia Trump: Chiedo scusa a comunità gay

I fan della star avevano protestato dopo la notizia della sua partecipazione

Jennifer Holliday non canterà a cerimonia Trump: Chiedo scusa a comunità gay

La cantante Jennifer Holliday ha cancellato la sua partecipazione alla cerimonia di insediamento del presidente eletto degli Usa Donald Trump, che avrà luogo il 20 gennaio, e ha chiesto scusa ai suoi fan della comunità Lgbt per aver accettato l'invito. È quanto si legge in una lettera aperta, ottenuta dal sito di TheWrap, a firma della stella delle 'Dreamgirls'. Di fronte alla comparsa del suo nome tra coloro che prenderanno parte alla cerimonia, i fan della cantante, che hanno sempre avuto una relazione speciale con la comunità omosessuale, hanno manifestato scontento. "La mia unica possibilità ora - ha detto - dev'essere quella di stare vicino alla comunità Lgbt e dichiarare in modo univoco che non canterò al concerto di insediamento né in altre celebrazioni". La comunità Lgbt, aggiunge, "è stata la principale responsabile della nascita della mia carriera" e le "sono profondamente debitrice. Mi avete amato fedelmente e in modo incondizionato".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Attentato Barcellona, continua l'omaggio floreale per le vittime

Barcellona, autista killer in fuga in Francia. Catalogna precisa: cellula non smantellata

Si tratterebbe di Younes Abouyaaqoub, cittadino marocchino di 22 anni. Identificata la terza vittima italoargentina, Carmen Lopardo

Mondiali 2014, allenamento della Nazionale portoghese

Brasile, turista italiano pugnalato e ucciso dopo festino: 3 arresti

L'omicidio è avvenuto nella Regione dei Grandi Laghi, a 180 chilometri nord di Rio

Finlandia: preghiere e candele per le vittime dell'attacco

Finlandia, è terrorismo: preso marocchino. Italiana tra i feriti

L'attentatore è ferito in ospedale, arrestati altri quattro complici. "Punatava lale donne"

Barcellona, padre di Bruno: "Mio nipote salvo per mia nuora"

Il racconto del papà di Gulotta, il 35enne italiano morto nell'attentato terroristico sulle Ramblas: "Mi sento vuoto"