Giovedì 12 Ottobre 2017 - 11:30

James Van Der Beek: "Anche io vittima di molestie sessuali all'epoca di Dawson's Creek"

L'attore racconta: "Il mio sedere è stato afferrato da uomini molto potenti"

An Evening with "Happy Endings" and "Don't Trust..."

Dopo le denunce di moltissime attrici (tra cui anche Asia Argento) di aver subito molestie o abusi da parte di Harvey Weinstein, molti uomini del mondo dello spettacolo hanno mostrato comprensione e vicinanza. Ad esempio Ben Affleck si è interrogato su quale sia il giusto modo di proteggere le proprie colleghe, mogli, figlie o sorelle. Ma nessun altro è vicino a queste donne quanto James Van Der Beek.

Il protagonista della serie tv Dawson's Creek ha rivelato di essere stato anche lui vittima di molestie sessuali agli inizi della sua carriera. L'attore, che oggi ha 40 anni, ha affidato la confessione a una serie di tweet, nei quali condannava l'atteggiamento di chi ha criticato le donne che avevano parlato delle molestie subite dal produttore di Hollywood. "Comprendo la vergogna e l'impotenza" di chi ha subito abusi, ha scritto l'attore, spiegando di essere stato "bersaglio di uomini anziani quando ero molto giovane". Letteralmente Van Der Beek racconta che il suo sedere "è stato afferrato da uomini molto potenti".

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Premiere di "The Promise" a Los Angeles

Molestie, una fan accusa Stallone ma lui nega: "Storia ridicola e falsa"

La donna ha dichiarato che, nel 1986, l'attore la costrinse ad avere un rapporto sessuale a tre

Molestie, accuse a Sylvester Stallone: fan 16enne costretta a rapporto a tre

La violenza - riporta il Daily Mail - sarebbe avvenuta in un albergo di Las Vegas nel 1986, quando l'attore lavorava ad 'Over the Top'

Kevin Spacey allegations

Molestie, teatro Old Vic Londra: 20 testimonianze contro Kevin Spacey

L'attore ne è stato il direttore artistico dal 2004 al 2015

Accuse a Brizzi, la moglie lo difende: "Per me sono solo voci"

Non la pensa così Asia Argento, che su 'Oggi' dichiara: "Non l'ho mai conosciuto ma sono dalla parte delle vittime. Non si può dubitare di dieci ragazze che raccontano lo stesso modus operandi"