Martedì 06 Dicembre 2016 - 16:00

Italicum, la Corte costituzionale deciderà il 24 gennaio

I 5 Stelle propongono che si usi l'Italicum anche per eleggere il Senato

Italicum, la Corte costituzionale deciderà il 24 gennaio. M5S: Dopo si vada al voto

La Corte costituzionale ha fissato la data dell'udienza per la discussione sulle eccezioni di costituzionalità sollevate sulla legge elettorale: sarà il 24 gennaio. Per allora si saprà cosa ne sarà dell'Italicum, che il Movimento 5 Stelle insiste di usare anche per l'elezione del Senato. "Dopo mesi ci si è accorti finalmente che manca una legge al Senato. Noi abbiamo proposto una soluzione, prendere l'Italicum corretta dalla Corte costituzionale e applicarla al Senato e abbiamo risolto il problema di una legge dosomogenea. Questa la soluzione messa nel piatto, non abbiamo ancora avuto risposta. Speriamo che il Pd non bocci di nuovo una nostalgia", ha ribadito Vito Crimi, "l'Italicum va modificato, siamo stati noi stessi a presentare il ricorso". "Bisogna andare a elezioni prima possibile. Noi stiamo aspettando che si pronunci la Corte costituzionale sull'Italicum. Una volta recepite le osservazioni della Corte dal Parlamento, la legge elettorale sarà costituzionale senza bisogno di andare al banco o al tavolo con questi partiti per cambiarla. Non c'è alleanza possibile con Salvini e la Lega o altri partiti, loro sono la casta", ha precisato Roberto Fico.

Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Commissione Vigilanza Rai. Eletto il Presidente Alberto Barachini

A Forza Italia la Vigilanza Rai: è Barachini il nuovo presidente

Al Copasir è stato invece eletto presidente Lorenzo Guerini, del Pd

Assemblea Nazionale del Partito Democratico

Commissioni, accordo chiuso: Guerini al Copasir, Barachini alla Vigilanza Rai

Dopo oltre due settimane di trattative, scontri, accuse e ricuciture, sembra essere finalmente giunto l'happy ending per le commissioni parlamentari di garanzia

Trapani, cominciato lo sbarco dei migranti dalla nave Diciotti

Sbarchi, la Spagna supera l'Italia, ma il primato dei morti resta nostro

I dati dell'Oim mostrano un crollo complessivo degli arrivi e una forte redistribuzione a favore di Spagna e Grecia