Mercoledì 21 Giugno 2017 - 10:45

Politiche ridistributive hanno ridotto diseguaglianza nel 2016

Tra le misure principali il bonus di 80 euro e il sostegno di inclusione attiva

Istat, politiche ridistributive hanno ridotto diseguaglianza nel 2016

Il bonus di 80 euro, l'aumento della quattordicesima per i pensionati e il sostegno di inclusione attiva (Sia), cioè le principali politiche redistributive del periodo 2014-2016, hanno aumentato l'equità della distribuzione dei redditi disponibili nel 2016, con l'indice di Gini che è passato da 30,4 a 20,1 e ridotto il rischio di povertà dal 19,2% al 18,4%. Lo stima l'Istat.

Considerando sempre il 2016, l'intervento pubblico realizzato attraverso l'imposizione fiscale e contributiva e i trasferimenti monetari ha determinato una riduzione della diseguaglianza di 15,1 punti percentuali dell'indice di Gini: da un valore di 45,2 punti misurato sul reddito primario a uno di 30,1 in termini di reddito disponibile. Le pensioni e gli altri trasferimenti pubblici hanno avuto un impatto redistributivo di 10,8 punti, maggiore rispetto a quello determinato dal prelievo di contributi sociali e imposte (4,3 punti). Nello specifico, segnala ancora l'Istat, l'intervento pubblico migliora la posizione del 56,6% degli individui con redditi familiari di mercato nulli o molto bassi, appartenenti al quinto più povero della popolazione. Al crescere del reddito di mercato diminuisce l'importanza dei trasferimenti e aumenta quella del prelievo, determinando peggioramenti che non riguardano soltanto individui in famiglie con redditi di mercato elevati, ma anche il 49,6% di chi ha redditi medio-bassi.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

La testata Automotive News aveva parlato dell'interesse di diversi produttori cinesi per Fiat Chrysler Automobiles

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% annuo

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% su anno

Era dal secondo trimestre del 2011 che il Pil non segnava una crescita così significativa. Genitloni: "Meglio delle pevisioni"

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

Anche dopo le proteste di animalisti e vegani, la Bank of England ha deciso che non modificherà la composizione del polimero 'incriminato'

Torino, disoccupata si dà fuoco

Allarme della Ragioneria: Se salta limite 67 anni pensioni a rischio

Anche la semplice limitazione degli automatismi di accesso alla pensione determinerebbero un indebolimento del sistema pensionistico italiano