Martedì 02 Febbraio 2016 - 10:30

Disoccupazione scende nel 2015, ma sale a dicembre

La stima dei disoccupati a dicembre aumenta dello 0,6%

Una manifestazione a favore del lavoro e contro il precariato

A dicembre ci sono 21 mila occupati in meno rispetto al mese precedente. Lo rileva l'Istat. Tuttavia il dato resta positivo su anno, con 109 mila occupati in più su dicembre 2014. Dopo il calo di settembre (-0,2%) e ottobre (-0,2%) e la crescita di novembre (+0,2%), a dicembre 2015 la stima degli occupati diminuisce di 0,1 punti percentuali.  Il calo è determinato dagli indipendenti (-54 mila) mentre crescono i dipendenti, in particolare quelli permanenti (+31 mila). Il tasso di occupazione, pari al 56,4%, rimane invariato rispetto a novembre.

 

Dopo il calo di un punto percentuale registrato tra giugno e novembre, il tasso di disoccupazione torna a salire a dicembre di 0,1 punti percentuali, attestandosi all'11,4%. Lo rileva l'Istat, che sottolinea che la stima dei disoccupati a dicembre aumenta dello 0,6% (+18 mila).  Dopo la crescita di settembre (+0,4%) e ottobre (+0,2%) e il calo di novembre (-0,1%), a dicembre la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce ancora dello 0,1% (-19 mila), sintesi di un calo degli uomini e di una crescita delle donne. Il tasso di inattività rimane invariato al 36,2%.

 

La crescita della disoccupazione, sottolinea l'istituto statistico, riguarda gli uomini e le persone tra 25 e 49 anni. Su base annua la disoccupazione registra un forte calo (-8,1%, pari a -254 mila persone in cerca di lavoro), cala lievemente anche l'inattività (-0,1%, pari a -15 mila persone inattive), mentre cresce l'occupazione (+0,5%, pari a +109 mila persone occupate). La crescita della disoccupazione a dicembre è determinata dagli uomini (+2,3%), mentre si osserva un calo tra le donne (-1,4%). Il tasso di disoccupazione aumenta di 0,2 punti percentuali per la componente maschile attestandosi all'11,1%, mentre diminuisce di 0,1 punti per quella femminile arrivando all'11,8%.

 

La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni nell'ultimo mese diminuisce per la componente maschile (-0,8%) a fronte di un aumento per la componente femminile (+0,2%). Analogamente per il tasso di inattività si registra un calo per gli uomini (-0,2 punti percentuali) e un aumento per le donne (+0,1 punti).  Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo ottobre-dicembre 2015 diminuiscono i disoccupati (-2,4%, pari a -70 mila), sono in lieve calo anche le persone occupate (-0,1%, pari a -26 mila), mentre crescono gli inattivi (+0,2%, pari a +32 mila). Sempre su base trimestrale, il tasso di disoccupazione rimane invariato per gli uomini mentre diminuisce per le donne (-0,5 punti). Il tasso di inattività è in lieve calo per la componente maschile (-0,1 punti) mentre cresce per quella femminile (+0,3 punti).

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Una vecchia foto di Ciampi e Draghi

Draghi cita Ciampi: L'euro forza trainante dell'integrazione

L'intervento di fronte alla commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo

Mario Draghi, presidente Bce

Draghi: La ripresa è moderata, Ue vada incontro a cittadini

E il presidente della Bce cita il compianto Ciampi: "L'euro è forza trainante dell'integrazione"

Rcs, assemblea elegge il cda a 11 consiglieri: Cairo presidente

Rcs, assemblea elegge il cda a 11 consiglieri: Cairo presidente

Alla lista di Cairo sono andati circa 316 milioni di voti pari al 70,71%

Inaugurazione nuovo stabilimento Philippe Morris a Valsamoggia

Renzi alla Philip Morris: Felici di ospitare chi crede nell'Italia

Nel sito bolognese la produzione su larga scala di HeatSticks per iQOS, le ricariche di tabacco per i prodotti a potenziale rischio ridotto