Venerdì 17 Marzo 2017 - 10:30

Istat: A gennaio export +0,5% e import -0,2% su base mensile

I prezzi delle importazioni +0,2% mensile e +4,7% annuale

Istat: A gennaio export +0,5% e import -0,2% su base mensile

A gennaio 2017, rispetto al mese precedente, l'export aumenta dello 0,5% e l'import diminuisce dello 0,2%. Lo comunica l'Istat. Il saldo commerciale è pari a -574 milioni (+34 milioni a gennaio 2016). Al netto dell'energia, si registra un avanzo di 2,7 miliardi di euro. A gennaio 2017 rispetto a 12 mesi prima, si rileva un aumento sia dell'import (+15,5%) sia dell'export (+13,3%), determinato principalmente dalla sostenuta crescita dell'interscambio con l'area extra Ue. Al netto delle differenze nei giorni lavorativi (21 a gennaio 2017 contro 19 di gennaio 2016), l'aumento risulta più contenuto: +10,7% per l'import e +10,1% per l'export.

La crescita mensile dell'export, per il quarto mese consecutivo, è determinata dall'incremento delle vendite verso i mercati extra Ue (+2,8%), mentre quelle verso i mercati Ue (-1,3%) sono in diminuzione. La contenuta flessione degli acquisti è da ascrivere ai beni di consumo (-5,5%) e a quelli strumentali (-4,5%). Negli ultimi tre mesi l'export cresce congiunturalmente del 3,8%, con un incremento più ampio per i paesi extra Ue (+5,9%) rispetto a quelli Ue (+2,2%). Paesi Asean (+57,0% su gennaio 2016), Russia (+39,4%), Cina (+36,5%), Stati Uniti (+35,8%), Giappone (+28,8%) e Germania (+9,6%) sono, tra i principali mercati si sbocco, i più dinamici all'export. L'aumento delle vendite di prodotti petroliferi raffinati (+69,4%), autoveicoli (+27,7%) e articoli farmaceutici chimico-medicinali e botanici (+25,9%) è rilevante. In forte crescita l'import da paesi Opec (+53,4%) e Russia (+43,3%) e gli acquisti di petrolio greggio (+123,9%).

A gennaio 2017 l'indice dei prezzi all'importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e del 4,7% nei confronti di gennaio 2016. L'aumento dei prezzi all'importazione dipende principalmente dalle dinamiche del comparto energetico, al netto del quale l'indice registra un aumento dello 0,3% in termini tendenziali mentre rimane invariato rispetto al mese precedente.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bayer, la Ue dà semaforo giallo all'acquisizione Monsanto

Bayer, la Ue dà semaforo giallo all'acquisizione Monsanto

L'operazione, da 57 mld di dollari, creerebbe la più grande azienda integrata al mondo di semi e pesticidi

Fca, Great Wall Motor conferma interesse per il brand Jeep

Great Wall Motor conferma interesse per Jeep. Fca: "Nessun approccio"

Il titolo è in netto rialzo a Piazza Affari dopo la notizia

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

La testata Automotive News aveva parlato dell'interesse di diversi produttori cinesi per Fiat Chrysler Automobiles

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% annuo

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% su anno

Era dal secondo trimestre del 2011 che il Pil non segnava una crescita così significativa. Genitloni: "Meglio delle pevisioni"