Martedì 03 Gennaio 2017 - 10:45

Istanbul, polizia ferma i familiari del presunto attentatore

Continua la caccia a un 25enne cinese dello Xinjiang

Istanbul, polizia ferma i familiari del presunto attentatore

Le autorità turche avrebbero preso in custodia la moglie e i due figli del presunto attentatore che la notte di Capodanno ha ucciso 39 persone e ne ha ferite 65 nella discoteca Reina, affacciata sul Bosforo, a Istanbul. La loro identità non è stata resa nota, così come quella del presunto terrorista, ma le forze dell'ordine ne conoscerebbero già il nome. Secondo quanto riporta il quotidiano Hürriyet, la donna avrebbe riferito di non essere mai stata a conoscenza della vicinanza del marito all'Isis e di aver appreso dell'attentato guardando la tv. Il presunto terrorista e la sua famiglia sarebbero arrivati a Istanbul lo scorso 20 novembre con un volo proveniente dal Kirghizistan; due giorni dopo sarebbero partiti per Konya, ufficialmente per cercare lavoro. Il 29 novembre, poi, sarebbero tornati a Istanbul.
 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale

Papa Francesco in Cile

Cile, altre 3 chiese attaccate all'alba: 9 da scorsa settimana

Gli ultimi attacchi incendiari qualche ora dopo l'arrivo di Papa Francesco.

Papa Francesco Incontro con le Autorità, con la Società civile di Santiago

Cile, Papa chiede perdono per scandali pedofilia: "Vergogna, non si ripeta"

Il pontefice parlando alle autorità cilene nel Palacio de la Moneda di Santiago su decenni di episodi perpetrati da sacerdoti

Verginità all'asta per pagarsi gli studi: 18enne italiana raccoglie 1 milione di euro

Vuole studiare a Cambridge, acquistare una casa e viaggiare: perciò ha preso la decisione di vendersi sul web. The Sun l'ha sentita e assicura che non è un falso