Sabato 14 Maggio 2016 - 15:00

Isis, jihadisti hanno dichiarato lo stato di emergenza a Raqqa

Stato islamico si sentirebbe minacciato da offensiva terrestre

operazioni militari in Medio Oriente

Washington (Usa), 14 mag. (LaPresse/EFE) - La roccaforte dello Stato islamico in Siria, Raqqa, è stata sottoposta a stato di emergenza per l'eventualità di attacchi e di un'offensiva terrestre. Lo ha rivelato il Pentagono che sarebbe entrato in possesso di alcuni documenti dell'Isis. "Abbiamo visto la dichiarazione di stato di emergenza a Raqqa", ha spiegato il portavoce della missione statunitense conto lo Stato Islamico, Steven Warren, secondo cui lo Stato islamico si sentirebbe minacciato e avrebbe visto manovre delle Forze siriane democratiche (gruppo che combatte contro l'Isis e il Fronte al Nusra) e della coalizione internazionale a guida degli Stati Uniti per bombardare posizioni jihadiste proprio a Raqqa.

Warren ha spiegato che lo Stato islamico sta riposizionando le sue posizioni di combattimento e le sue milizie perchè ritiene che "qualcosa stia arrivando contro di loro".

Gli Stati Uniti stanno fornendo risorse ai ribelli moderati (che combattono contro il regime del presidente siriano Bashar Assad) e la la situazione di confusione a Raqqa potrebbe aiutare droni e altre apparecchiature di sorveglianza e di spionaggio degli Stati Uniti a stimare la potenza militare dell'Isis in città.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ryanair strike

Ryanair, ancora grane: i piloti scioperano e la società minaccia sanzioni

L'offensiva dei piloti della compagnia arriva in scia all'annuncio di 20 mila cancellazioni di voli da parte di Ryanair

Iran, due violenti terremoti colpiscono il Paese

La terra ha tremato a nordest di Kerman e nell'area occidentale già colpita da un sisma lo scorso novembre. Non ci sono ancora notizie di danni o vittime