Venerdì 26 Febbraio 2016 - 07:00

Isis minaccia fondatori Facebook e Twitter: Vi crivelleremo

Mark Zuckerberg e Jack Dorsey considerati colpevoli di aver fatto chiudere account sospetti

Isis minaccia fondatori Facebook e Twitter: Vi crivelleremo

Lo Stato islamico prende di mira i fondatori di Facebook e Twitter. In un video di 25 minuti, secondo quanto riporta l'emittente Cnbc, l'Isis minaccia di 'crivellare di colpi' direttamente Mark Zuckerberg e Jack Dorsey, colpevoli di aver cercato di contrastare l'Isis online chiudendo gli account sospetti. "A Marc e Jack, fondatori di Twitter e Facebook, e al loro governo crociato. Annunciate quotidianamente di aver sospeso molti account. A voi diciamo: è questo tutto quello che potete fare. Non siete al nostro livello", recita uno dei messaggi riportati nel video dal titolo 'Flames of the Supporters'.

A pubblicare il filmato un gruppo di hacker affiliato all'Isis che si fa chiamare 'Figli dell'esecito del Califfato' e che rivendica di aver hackerato più di 10mila account Facebook, oltre 150 gruppi Facebook e oltre 5mila account Twitter. "Molti di questi account sono stati distribuiti ai sostenitori e, se Allah lo consente, anche gli altri saranno distribuiti", affermano i militanti, che avvertono:  "Presto i vostri nomi spariranno dopo che avremo cancellato i vostri siti e, Allah volendo, saprete che quello che stiamo dicendo è la verità".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Allarme pacco sospetto: Casa Bianca isolata nel Memorial Day

Allarme pacco sospetto: Casa Bianca isolata nel Memorial Day

In corso indagini e controlli. Fermata una persona

Migranti, soccorritore culla bimbo annegato: ecco la foto simbolo della tragedia

Soccorritore culla bimbo annegato: la tragica foto simbolo

Un nuovo drammatico scatto dopo quello del piccolo siriano Aylan sulla spiaggia turca di Bodrum

Stupro di massa a Rio, ordinato l'arresto di 6 sospetti

Stupro di massa a Rio, ordinato l'arresto di 6 sospetti

30 uomini avevano violentato una 16enne e condiviso sul Web il filmato della violenza

Kim Jong Un

Kim Jong-un a una partita basket tra Pyongyang e Pechino

È la prima volta che i media di stato informano sulla presenza del leader a un evento in cui è coinvolta la Cina dal luglio del 2013