Giovedì 17 Marzo 2016 - 14:45

Isis, Kerry: Massacri minoranze religiose sono genocidio

Il dipartimento di Stato Usa condanna l'uccisione di yazidi e cristiani per mano dei jihadisti

Isis, Kerry: I massacri di minoranze religiose sono genocidio

Il segretario di Stato americano, John Kerry, ha annunciato che i massacri commessi dallo Stato islamico contro le minoranze religiose in Iraq e Siria costituiscono "genocidio". Da mesi il dipartimento di Stato stava valutando se definire genocidio l'uccisione di yazidi e cristiani per mano dei jihadisti, definizione legale che può avere implicazioni pratiche, sebbene funzionari statunitensi abbiano garantito che ciò non obbligherà gli Usa a rafforzare la sua campagna militare.

I deputati americani chiesero lo scorso anno a Kerry di pronunciarsi sull'eventualità che i crimini commessi dal gruppo estremista contro i gruppi religiosi costituissero genocidio. Il dipartimento di Stato nei giorni scorsi aveva preannunciato che la scadenza di oggi per pronunciarsi in merito avrebbe potuto non essere rispettata.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Puigdemont

Sabato il governo di Madrid si riunirà per sospendere l'autonomia della Catalogna

Scaduto l'ultimatum. Puigdemont non risponde con chiarezza e rilancia: "Indipendenza se verrà attivato articolo 155"

Catalogna, cos'è e cosa prevede l'articolo 155 della Costituzione

Tutto quello che c'è da sapere sull''arma' del governo di Madrid

Brexit, May scrive una lettera ai cittadini Ue: "Potrete restare nel Regno Unito"

Brexit, May scrive una lettera ai cittadini Ue: "Potrete restare nel Regno Unito"

Accordo in vista per garantire i diritti di circa 3 milioni di stranieri che vivono nel Paese: "Vogliamo che rimangano"

Trump parla all'Heritage Foundation President's Club a Washington

Le condoglianze di Trump alla famiglia del soldato ucciso: "Sapeva quel che faceva"

La frase rivelata da una deputata e smentita dal tycoon, è stata invece confermata dalla mamma del giovane morto in Niger