Giovedì 16 Novembre 2017 - 15:45

Isis, cinque indagati a Torino ma gli arresti non sono eseguibili

Lo stop per questioni procedurali

La Procura di Torino ha chiesto l'arresto per 5 cittadini tunisini, indagati per terrorismo perché sospettati di essere collegati all'Isis, ma la misura non può essere subito eseguita, in attesa di ricorso. Il pm torinese Andrea Padalino aveva avanzato la richiesta di custodia cautelare in carcere per i cinque, ma il gip a giugno l'aveva respinta, decisione ribaltata ai primi di novembre dal Tribunale del riesame, al quale la Procura ha fatto ricorso.

I cinque hanno dieci giorni per fare a loro volta ricorso in Cassazione e i termini per presentarlo scadono a breve, dopo di che toccherà alla Suprema corte decidere sulla misura cautelare. Tre dei tunisini sono comunque già agli arresti domiciliari per droga, mentre due sono in stato di libertà.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

The logo of Thyssen Krupp AG is pictured at the gate one of the ThyssenKrupp steel plant in Duisburg

Thyssen, sette vittime, dieci anni, cinque processi e sei condanne

I numeri di una vicenda atroce. In primo grado l'omicidio con dolo eventuale. Poi diventato colposo con riduzione delle pene: quattro dirigenti italiani in carcere, ma i due tedeschi...

Dopo Vercelli, chieste le telecamere negli asili. Cosa ne pensate?

Alcune famiglie dei bimbi che hanno subito le violenze delle maestre, vogliono che la scuola sia in grado di controllare quello che accade nelle classi. Un sondaggio di LaPresse

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Follia nel traffico a Torino, spara a un automobilista: arrestato

L'episodio è successo sabato scorso, l'aggressore individuato dopo la denuncia