Sabato 09 Settembre 2017 - 08:30

Irma verso la Florida, Governatore: "Via adesso, la tempesta è mortale"

21 morti a Cuba, ordine di evacuazione per 5,6 milioni di persone in Florida. Trump: "Tempesta dal potenziale distruttivo storico"

L'uragano Irma

Dopo aver raggiunto e gravemente colpito Cuba, l'uragano Irma si dirige verso la Florida. Il governatore dello Stato americano, Rick Scott, lancia un nuovo appello per incalzare i 5,6 milioni di persone che hanno ricevuto l'ordine di evacuazione ad affrettarsi: "Se avete ricevuto l'ordine di evacuazione, andate via adesso. Non stasera, ma adesso. Una volta che sarà arrivato l'uragano, ricordate che le autorità non vi potranno mettere in salvo. Non si sopravvive a questa tempesta, è una situazione potenzialmente mortale. Noi faremo tutto quello che possiamo - ha assicurato - ma non potremo farlo una volta che sarà arrivato Irma".

L'uragano Irma, tornato a categoria 5 dopo essere stato declassato, è giunto nell'arcipelago di Camaguey, Cuba nord-centrale, con venti di 260 chilometri all'ora. Alle 3 della scorsa notte il ciclone si trovava 190 chilometri a Villa Clara e si dirigeva verso ovest ad una velocità di 20 chilometri all'ora. L'uragano colpirà la Florida meridionale domani mattina e nello Stato c'è già un ordine di evacuazione per 5,6 milioni di persone. Intanto anche in Virginia è stato dichiarato lo stato di emergenza. La Florida Power & Light Company (FPL), uno dei principali fornitori di elettricità della nazione, prevede che almeno 4,1 milioni di clienti perderanno la luce a causa dell'uragano.

Dietro di sé nei Paesi che hai già colpito nei Caraibi, lascia almeno 21 morti e devastazione: l'ultimo bilancio è di 11 morti fra le isole di St. Barthelemy e St. Martin, quattro nelle Isole Vergini Usa, una vittima a Barbuda, una nel territorio britannico d'oltremare di Anguilla, tre morti a Portorico e un surfista che ha perso la vita alle Barbados.

Loading the player...

"L'uragano Irma continua a essere una minaccia che devasterà gli Stati Uniti, in Florida o in alcuni degli Stati sudorientali", è l'allarme lanciato dall'amministratore dell'Agenzia federale per la gestione delle emergenze degli Stati Uniti (Fema). Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che oggi riunirà il suo Gabinetto nella residenza di Camp David per prepararsi all'arrivo di Irma, in un videomessaggio ha parlato di "una tempesta dal potenziale distruttivo assolutamente storico" e ha chiesto ai cittadini di seguire le raccomandazioni delle autorità. Anche la sua residenza di Mar-a-Lago a Palm Beach è stata evacuata, come centinaia di migliaia di persone in tutto il sud della Florida. "Il tempo sta scadendo. Se siete in una zona di evacuazione dovete andare adesso. Questa è una tempesta catastrofica come il vostro Stato non ha mai visto", ha dichiarato il governatore della Florida, Rick Scott. La Florida, con 20 milioni di abitanti, è il terzo Stato più popoloso degli Usa. Oltre 10mila persone hanno cercato rifugio nei centri di accoglienza allestiti e tanti fanno gli ultimi preparativi, procurandosi scorte di cibo, acqua e benzina, nonché rafforzando porte e finestre delle abitazioni.

Irma mantiene venti massimi che spirano a 250 chilometri orari, con raffiche più forti. A Cuba e alle Bahamas cominciano già a vedersi i primi effetti: onde rispettivamente fino a 3 e 6 metri sono state registrate lungo le cose. Cuba è praticamente bloccata, con negozi, scuole e aeroporti chiusi per affrontare l'arrivo del ciclone: 700mila le persone evacuate; e sono stati evacuati anche almeno 36mila turisti che si trovavano a Cayo Santa Maria, Cayo Coco e Cayo Guillermo. Questi potrebbero essere infatti i punti ai quali più si avvicinerà il vortice.

Di categoria 4 è anche un altro dei tre uragani che si muovono nell'Atlantico, Jose, che si è rafforzato venerdì pomeriggio e segue le orme di Irma, puntando adesso verso le Piccole Antille appena abbandonate dal primo uragano. Il terzo uragano, infine, è Katia: anche questo si è rafforzato venerdì pomeriggio, diventando di categoria 2, con venti che soffiano a 155 chilometri orari mentre si avvicina alla costa del Messico. Attualmente si trova nel Golfo del Messico, 255 chilometri a est di Tampico e 2015 chilometri a nordovest di Veracruz.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Isabell e Preble: morire insieme dopo 71 anni di matrimonio

Una storia americana: si sposarono nel 1946, hanno vissuto sempre vicini e se ne sono andati a poche ore di distanza l'uno dall'altra

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Argentina, rilevata un'esplosione nel luogo della scomparsa del sottomarino

Un "rumore" era stato registrato circa tre ore dopo l'ultima comunicazione avuta con il mezzo disperso dal 15 novembre

Ratko Mladic

Chi è Ratko Mladic: 'macellaio' di Srebrenica e assedio Sarajevo

L'ex generale è stato condannato per genocidio e crimini contro l'umanità

Victims and their family members watch a television broadcast of the court proceedings of former Bosnian Serb general Ratko Mladic in the Memorial centre Potocari near Srebrenica

Srebrenica: Mladic condannato all'ergastolo, ma farà ricorso

Era l'ultimo grande accusato per il suo ruolo nella guerra in Bosnia, conflitto che causò almeno 100mila morti