Venerdì 08 Settembre 2017 - 09:30

Irma continua la sua corsa: 21 vittime, 700mila persone evacuate

Sale a 21 il totale dei morti. La tragica storia del giovane surfista. L'attesa sulle coste della Florida. Trump invita a stare a casa. L'uragano declassato da categoria 5 a 4

Continua il percorso dell'uragano Irma, tocca a Cuba e Florida

Continua la terribile corsa dell'uragano Irma che ha provocato, finora, almeno 21 vittime nel suo passaggio sull'area caraibica. Questa notte sono stati registrati altri quattro morti nelle Isole Vergini, dove Irma ha causato gravi danni alle infrastrutture, compreso un ospedale. Lo ha riferito il portavoce del Governo Lonnie Soury: "Non siamo ottimisti sul fatto che i morti non possano aumentare" .

Poche ore prima il passaggio sull'isola di Barbuda dove ha portato paura e distruzione e, poi, su Antille Minori, Puerto Rico, Repubblica Dominicana e altre zone dei Caraibi. Di categoria 5, la massima nella scala Saffir-Simpson, Irma ha attraversato l'isola caraibica con venti che hanno raggiunto i 295 chilometri all'ora. 

Parla Trump - "L'uragano Irma è di proporzioni epiche, forse più grande di quanto abbiamo mai visto. State al sicuro e andate via dal suo percorso, se possibile". Così su Twitter il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. "La nostra incredibile guardia costiera ha salvato oltre 15mila vite la scorsa settimana con Harvey. Irma potrebbe essere ancora peggio. Amiamo la nostra guardia costiera", ha aggiunto Trump in un altro post. E poi ha twittato ancora: "Incoraggio tutti coloro che si trovano lungo il percorso dell'uragano Irma a seguire consigli e ordini di autorità locali e statali!". La presa di posizione del presidente Usa è stata confermata dalle parole della Fema (l'Agenzia federale che gestisce le emergenze negli Stati Uniti) che ha parlato di possibili "devastazioni" della Florida e di altri stati meridionali.

Declassato da categoria 5 a 4 - Le ultime notizie, mentre Irma devasta i Caraibi, parlano però di un lieve indebolimento dei venti (scesi da 295 a 240 km all'ora) e del suo declassamento dalla categoria 5 alla 4. L'uragano prosegue comunque la sua corsa ed è segnalato a 795 km a sud est delle coste della Florida, dopo il passaggio su Barbuda, Saint Martin, Isole Vergini, Repubblica Dominicana, Haiti, Turks e Caicos.

Alitalia cancella i voli per Miami -

A causa del passaggio dell'uragano Irma sulle coste della Florida, Alitalia ha cancellato i voli fra Roma e Miami previsti per domani 9 settembre e domenica 10 settembre. Lo annuncia una nota. Alitalia opera un volo giornaliero da e per Miami e i collegamenti soppressi sono l'AZ 630 e l'AZ 631.

Già da mercoledì sera, la compagnia ha offerto a tutti i passeggeri in possesso di un biglietto da e per Miami (e L'Avana), con partenza tra il 6 e il 12 settembre, la possibilità di ottenere il rimborso totale del biglietto o il cambio gratuito della prenotazione.

Migliaia di persone evacuate. Sono circa 700mila le persone che sono state evacuate a Cuba sulle zone costiere che saranno colpite dall'uragano Irma, mentre 24.116 sono state evacuate in repubblica Dominicana. Oltre a loro, sono stati evacuati circa 36mila turisti che si trovavano a Cayo Santa Maria, Cayo Coco e Cayo Guillermo. Questi potrebbero essere infatti i punti ai quali più si avvicinerà il vortice di Irma

 

La scena sull'isola caraibica  è quella di una "totale carneficina" dopo il passaggio dell'uragano e per la ricostruzione il Paese chiederà l'assistenza della comunità internazionale. È quanto ha detto a Bbc Radio Four il primo ministro di Antigua e Barbuda, Gaston Browne, aggiungendo che la metà della popolazione, che conta circa 1.800 abitanti, è rimasta senza casa, e che nove edifici su 10 sono stati devastati e molti di questi totalmente distrutti. 

Muore il surfista sedicenne - Tra le vittime dell'uragano va annoverato anche Zander Venezia, 16 anni, promessa mondialòe del surf. Il ragazzo è stato travolto da un'onda che stava "cavalcando" nella zona di "Box by box" sulla costa est dell'isola. Venezia era in compagnia di altri surfisti provetti (l'area è considerata molto pericolosa anche se genera onde decisamente invitanti per i campioni di questo sport). L'onda che lo ha trascinato a fondo facendolo schiantare sugli scogli è del tipo "closeout", tra le più complicate per i surfisti perché risulta praticamente impenetrabile e si frange su un fronte molto lungo. Il ragazzo è stato soccorso dagli amici ma era già agonizzante ed è morto un'ora dopo all'ospedale. Poco prima dell'incidente aveva parlato con un amico, Dylan Graves e gli aveva detto: "Ho appena preso l'onda più bella della mia vita". Quella successiva, purtroppo, l'ha ucciso.

Loading the player...

Puerto Rico ha dichiarato lo stato d'emergenza. L'uragano dovrebbe passare molto vicino la costa settentrionale. Cuba ha iniziato le operazioni di sfollamento dei turisti e la Florida si prepara ad affrontare Irma nel weekend.

"Siamo molto preoccupati, stiamo lavorando molto, abbiamo gruppi di grandissimo talento laggiù", ha detto Donald Trump. Il presidente degli Usa ha poi citato gli Stati colpiti da Harvey nei giorni scorsi e parlato di come "il popolo ha reagito sotto questa enorme pressione". "Siamo preparati, - ha aggiunto - non sappiamo esattamente dove toccherà terra ma siamo preparati al massimo". "Le Isole Vergini, come sapete, sono state colpite molto molto duramente, stiamo valutando i danni", ha puntualizzato dicendo che c'è del personale sul posto. Inoltre, Trump ha ricordato che si tratta del "più vasto uragano che abbiamo mai visto sull'Atlantico, e i venti sono i più forti". 

Haiti - A Cap-Haïtien - la seconda città di Haiti con 280mila abitanti - le squadre di Oxfam sono già al lavoro con le autorità per collaborare all'evacuazione, con l'obiettivo di mettere in salvo più persone possibile. Il Governo ha preparato 793 rifugi temporanei in sette dipartimenti e, insieme a Oxfam e ad altre agenzie, sta cercando di evacuare il maggior numero possibile di persone dalla costa. 

"Molte persone ad Haiti e in Repubblica Dominicana sono purtroppo abituate all'impatto di tempeste di questa portata e nessuno sembra eccessivamente spaventato, - spiega Gabriele Regio, responsabile degli interventi di Oxfam Italia tra Haiti e Repubblica Dominicana - ma alcune aree del paese non si sono ancora completamente riprese dall'uragano Matthew dell'anno scorso e ora devono affrontare il terrificante impatto di Irma. Mentre molti si stanno spostando dalle aree a rischio alcune famiglie, tuttavia, hanno deciso di non evacuare e rimanere dove sono, temendo di perdere i loro beni e la loro casa. In Repubblica Dominicana secondo il primo report emesso dal Centro di Operazione per l'Emergenza, alle 6 di stamani si contavano già 5 mila persone evacuate in modo preventivo". Il team di Oxfam a Cap-Haïtien è già pronto a intervenire per riparazioni di emergenza sulle strutture idriche e sanitarie, in coordinamento con le agenzie del ministero dei Lavori Pubblici. 

L'allarme di Unicef - Oltre 10 milioni di bambini vivono nei Paesi minacciati dall'uragano Irma e centinaia di migliaia di loro potrebbero essere direttamente colpiti. È l'allarme lanciato dall'Unicef, secondo cui oltre 3 milioni di questi bimbi sono al di sotto dei cinque anni. "In base all'attuale traiettoria della tempesta, i bambini nelle isole dei Caraibi orientali, della Repubblica Dominicana, Haiti e Cuba sono in pericolo", si legge in una nota, in cui l'agenzia Onu per la tutela dei bambini ricorda che "la preoccupazione immediata dell'Unicef è quella di fornire acqua potabile e servizi igienici alle comunità colpite, portando anche servizi di protezione per i minorenni sia ai bambini che agli adolescenti, fra cui anche supporto psicosociale per coloro che sono stati colpiti". "Forti venti e piogge torrenziali hanno già attraversato alcune delle isole più piccole e più esposte nei Caraibi orientali, fra cui Anguilla e Barbuda", ha dichiarato Patrick Knight, Responsabile Comunicazione dell'Unicef nei Caraibi orientali, parlando dall'isola di Barbados. "Mentre l'entità dei danni si fa sempre più chiara - ha aggiunto - vediamo che il livello di distruzione è alto; la nostra priorità è quella di raggiungere tutte le famiglie e i bambini che si trovano nelle comunità colpite il più presto possibile". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Victims and their family members watch a television broadcast of the court proceedings of former Bosnian Serb general Ratko Mladic in the Memorial centre Potocari near Srebrenica

Srebrenica, Mladic condannato all'ergastolo

Era l'ultimo grande accusato per il suo ruolo nella guerra in Bosnia, conflitto che causò almeno 100mila morti

FILE PHOTO: Zimbabwe VP Mnangagwa listens as Mugabe delivers his state of the nation address to the country's parliament in Harare

Zimbabwe, venerdì giurerà il nuovo presidente Mnangagwa

E' rientrato in aereo ad Harare. Due settimane fa, destituito da Mugabe, era dovuto fuggire. Elezioni entro settembre del 2018

FILE PHOTO - Artistic Gymnastics - Women's Qualification - Subdivisions

Ginnastica Usa, Gabby Douglas rivela: "Anch'io molestata dal medico"

La campionessa olimpica racconta di essere stata una vittima di Larry Nassar, il sanitario già in galera per pedopornografia

Esercitazione dei bombardieri americani nei cieli della Corea del Sud

Usa, aereo militare precipita nel Pacifico: undici persone a bordo

L'incidente potrebbe essere stato causato da problemi al motore