Martedì 18 Luglio 2017 - 18:00

Iran: Più fondi per piano missilistico dopo sanzioni Usa

I parlamentari hanno approvato a maggioranza una mozione che da' priorità alle attività per affrontare terroristi e le azioni avventuristiche degli Usa. 

Iran's Foreign Minister Zarif arrives for a meeting at the U.N. headquarters in New York City

Il parlamento iraniano ha votato per misure urgenti per il programma missilistico e le guardie rivoluzionarie dell'Iran in risposta agli Usa a quello che viene definito "avventurismo" degli Stati Uniti nella regione. Il sito online Mizan segnala che i parlamentari hanno approvato a maggioranza una mozione che da' priorità alle attività per affrontare terroristi e le azioni avventuristiche degli Usa. 

La mozione arriva dopo che il Senato Usa ha approvato nuove sanzioni contro l'Iran a Giugno e che le ha poi passate all'esame della Camera dei rappresentanti. La proposta di legge del parlamento iraniano da' mandato al governo di Teheran di stanziare ulteriori 260 milioni di dollari per le forze armate congiunte e per lo sviluppo del programma missilistico e lo stesso ammontare per le operazioni estere delle guardie rivoluzionarie, la Forza Quds. La mozione invia un chiaro messaggio agli americani che il parlamento iraniano "resisterà al loro potere", ha detto il portavoce Ali Larijani. 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

A fire is seen in Manhattan, New York

New York, incendio in un palazzo di sette piani a Manhattan

È successo nella zona di Hamilton Height. Almeno 5 feriti

Terrorismo, Isis minaccia cristiani con foto Papa decapitato

Un messaggio di minaccia contro "i fedeli della croce"

Attentato Barcellona, gli oggetti in memoria delle vittime saranno trasferiti al Museo di Storia

Attentati Catalogna, la mente era un informatore dei servizi segreti

La rivelazione del quotidiano El Pais, confermata da Madrid. Si tratta dell'Imam di Ripoll: Abdelbaki Es-Satty

A protestor holds the Catalan flag as he awaits the arrival of sacked Catalan President Carles Puigdemont at court in Brussels

Catalogna, rinviata decisione su estradizione Puigdemont, udienza il 4/12

I mandati europei sono stati spiccati per sedizione, ribellione, malversazione, disobbedienza e prevaricazione