Martedì 11 Ottobre 2016 - 12:30

Intestatario di un telefono usato dall'Isis: espulso algerino

Era residente nella provincia di Bergamo

Intestatario di un telefono usato dall'Isis: espulso algerino

Un algerino di quarant'anni, residente in provincia di Bergamo e sposato con una cittadina italiana convertita all'islam, e' stato espulso oggi dal ministro dell'Interno Angelino Alfano perche' e' risultato "intestatario di un'utenza cellulare, utilizzata da un miliziano dell'autoproclamato Stato Islamico, che avrebbe parlato di non ben identificati progetti terroristici". Lo rende noto lo stesso Alfano: "Oggi - afferma il ministro - un'altra espulsione per motivi di sicurezza dello Stato segna i tempi della instancabile attivita' di prevenzione che noi consideriamo un pilastro nella lotta all'estremismo violento". 

L'algerino e' stato allontanato dal territorio nazionale con un aereo decollato da Fiumicino e diretto in Algeria, grazie alle informazioni raccolte dalle questure di Bergamo e di Brescia, che hanno tracciato il "profilo radicale" dello straniero cittadino algerino, segnalato tra l'altro in ambito di cooperazione internazionale. Con questa, salgono a 123 le espulsioni di estremisti dal gennaio 2015 ad oggi. Nel solo 2016 sono state in totale 57.

Scritto da 
  • redazone web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

 Superenalotto, vinti oltre 93 milioni a Mestrino (Padova) con il 6

Superenalotto, vinti oltre 93 milioni a Padova con il 6

La vincita è stata realizzata nella tabaccheria 'La bottega tabacchi' di Mestrino

Ucciso a Milano Anis Amri, l'attentatore di Berlino

Terrorismo, espulsi due tunisini: uno era in contatto con Amri

Dalle indagini svolte sono emerse simpatie per l'Isis

Indagine Consip, pm ascolteranno Emiliano come testimone

Consip, pm ascolteranno Emiliano come testimone

Al centro dell'audizione alcuni sms scambiati con il ministro Lotti

Caso Cucchi, sospesi dal servizio i tre carabinieri indagati per omicidio

Cucchi, sospesi i tre carabinieri indagati per omicidio

La misura precauzionale dopo la richiesta di rinvio a giudizio. Ilaria: "Provvedimento giusto, non meritano la divisa"