Lunedì 16 Maggio 2016 - 17:15

Inter,Thohir: Stagione non perfetta ma buona, Milan sempre dietro

Il magnate indonesiano: "L'anno prossimo dovremo fare molto meglio"

Inter,Thohir: Stagione non perfetta ma buona, Milan sempre dietro

"L'Inter ha disputato una buona stagione, non perfetta, ma buona. Abbiamo chiuso al quarto posto e siamo tornati in Europa, cosa che non è avvenuta l'anno scorso. Dal novembre 2013, quando ho ricevuto il testimone da Massimo Moratti, sono passati tre anni e in queste stagioni, per esempio, il Milan è sempre arrivato dietro di noi". In occasione della festa dell'Inter Club Indonesia, il presidente del club nerazzurro Erick Thohir è tornato a parlare della squadra, tra presente e futuro. "È davvero un dispiacere che quest'anno non siamo stati perfetti. Fino a gennaio eravamo primi in classifica ma, come ho sempre detto, non abbiamo avuto la giusta continuità. Questo è il calcio", ha spiegato il magnate indonesiano. "In ogni caso, facendo un paragone con un anno fa, oggi abbiamo 67 punti. È un buon punto di partenza, la squadra ha un'età media di 26 anni, i giocatori chiave sono giovani. L'anno prossimo dovremo fare molto meglio", ha chiarito. "Avete letto di nuovi acquisti sui giornali ma io non posso annunciare nuovi giocatori finché non ci sono le firme. Credo ci manchi un po' di personalità. Abbiamo bisogno di inserire in rosa calciatori che abbiano una buona leadership. Ma abbiamo già elementi importanti come Perisic, Kondogbia, Icardi e dobbiamo proteggerli. Rafforzeremo ancora la squadra - ha assicurato il patron - vogliamo 2-3 giocatori che possano aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi". "Ho detto alla dirigenza che dobbiamo essere sicuri di avere un gruppo consapevole di cosa significhi indossare la maglia dell'Inter. Se penso a Chivu e Zanetti, hanno sempre dato tutto", ha sottolineato il magnate indonesiano. "I giocatori di oggi, la maggior parte dei quali sono ancora giovani, devono prendere esempio da campioni così, che lottavano sempre per i nostri colori. Voglio che tutti abbiano un senso di appartenenza, che il loro sangue sia nerazzurro quando indossano la nostra maglia". "Abbiamo avuto alti e bassi, ma rispetto all'anno scorso abbiamo fatto 15 punti in più", ha aggiunto il presidente nerazzurro che ha sciolto i dubbi sul futuro della panchina. "Avete letto tante cose su Mancini, ma lui ha ancora un anno di contratto. È un grande allenatore, ha fatto bene e tutta la dirigenza è felice del suo lavoro. Ci sono dei rimpianti, ma non risolveremo il problema lamentandoci. C'è grande fiducia in Mancini, vogliamo spingerlo a dare il meglio", ha assicurato Thohir.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FOTO EMBLEMATICHE PROBLEMI CALCIO IN ITALIA

Diritti tv, altra fumata nera in Lega A: non passa risoluzione con MediaPro

I cinque club astenuti hanno chiesto di aggiornare la discussione a lunedì 28 maggio

ITA, Serie A, Juventus Turin vs Hellas Verona

Buffon-Psg, nuovo incontro fra l'agente e il club a Parigi

Si continua a trattare sul possibile approdo dell'ex portiere della Juve alla squadra francese

La Notte del Maestro - Addio al calcio di Andrea Pirlo

La 'Notte del Maestro': parata di stelle per l'addio di Pirlo

Emozioni e grande calcio a San Siro. Tanti i big in campo: da Buffon a Seedorf, passando per Inzaghi, che firma una tripletta

Empoli - Inter

Inter, Ausilio: "Champions porta entusiasmo e soldi, Icardi resta"

Confermati Brozovic, Perisic e Handanovic. Arrivano Asamoah, Martinez e De Vrij. E su quest'ultimo dopo la partita con la Lazio, il ds neroazzurro ha detto: "Io l'avrei fatto giocare, sono professionisti"