Sabato 02 Gennaio 2016 - 20:00

Inter, Miranda: Spero di realizzare sogno scudetto con Inter

Il centrale brasiliano: Abbiamo un gruppo molto unito e forte

Miranda durante Empoli-Inter

Milano, 2 gen. (LaPresse) - "Cosa desidero per il 2016? Chiedo tanta energia e spero di poter conquistare dei titoli con l'Inter. Ho creduto molto nella squadra, con consapevolezza vogliamo lottare per lo scudetto". Joao Miranda, volto nuovo della stagione dei nerazzurri, non nasconde le ambizioni della formazione di Roberto Mancini. "Abbiamo un gruppo molto unito e forte, concentrato per vincere. Spero di poter realizzare il sogno di essere campione con l'Inter", ha spiegato il nazionale brasiliano rispondendo via Facebook alle domande dei tifosi.

 

Miranda ha detto di aver scelto l'Inter perché "è una grande squadra e ha mostrato di avere un progetto molto buono. Lo dimostra il fatto che siamo primi in classifica. L'obiettivo è ottenere la qualificazione alla prossima Champions". Dal brasiliano parole di elogio per il collega di reparto Murillo, "così come Ranocchia e Juan Jesus è un grande difensore con grande potenziale. Spero che tutti loro possano avere un alto livello di rendimento dimostrando il loro valore". Anche ambientarsi nella nuova città, ha continuato, non è stato difficile: "Milano è una città che mi ha sorpreso, è molto bella e mi ha accolto benissimo. Poi all'Inter i dirigenti, così come lo staff tecnico, mi danno un grande appoggio per permettermi di giocare un buon calcio e mi permettono di essere tranquillo". "Come mi   preparo prima di scendere in campo? Gioco ogni partita come se fosse l'ultima, mi preparo per vincere", ha continuato Miranda. "Per me tutte le gare sono come una finale. Il miglior modo per prepararsi è la concentrazione e fare del proprio meglio".

 

Il brasiliano ha poi tracciato un confronto tra la difesa nerazzurra e quella della sua ex squadra, l'Atletico Madrid: "Sono due difese molto forti. La cosa più evidente è che tutta la squadra aiuta la difesa e si sacrifica per una buona fase difensiva. Al di là della qualità dei difensori, gli attaccanti sono i primi a difendere e questo facilita il nostro lavoro. Una grande squadra nasce da una grande difesa". "Differenze tra Serie A e Liga? La Serie A mi ha sorpreso molto, è molto competitiva", ha osservato. "Ci sono molte squadre considerate piccole che lottano alla pari con le grandi. Nella Liga è differente, le grandi sono decisamente favorite. Per me la Serie A è molto più equilibrata". Miranda ha esaltato le qualità dei nerazzurri: "Dal primo giorno ho pensato che è stata costruita una squadra forte e vincente. Sono arrivato qui pensando a questo. Abbiamo un grande gruppo e faremo il massimo per essere sempre primi. Nessuno sa dove saremo a fine campionato ma con consapevolezza, dedizione e volontà non falliremo".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inter, Moratti: Suning mi ha chiesto di tornare presidente

Inter, Moratti: Suning mi ha chiesto di tornare presidente

Su De Boer: "E' un bravo allenatore, ha un bel carattere e spero che possa raggiungere dei buoni risultati"

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio