Giovedì 24 Novembre 2016 - 22:30

Inter, Icardi: Ora testa bassa, zitti e lavorare

"Dobbiamo ripartire dalla forza del gruppo, dal lavoro sul campo ma dobbiamo sapere che non abbiamo scuse"

Inter, Icardi: Ora testa bassa, zitti e lavorare

"Se giochiamo da squadra possiamo fare bene, dopo il primo tempo dovevamo solo vincere, adesso torniamo a casa a testa bassa, zitti e lavorare". Così Mauro Icardi, attaccante dell'Inter, ha commentato la sconfitta in casa dell'Hapoel che ha sancito l'eliminazione dei nerazzurri dall'Europa League. "E' stata una bella Inter dal primo minuto, avevamo voglia di fare bene e per quarantacinque minuti ci siamo riusciti", ha spiegato l'argentino ai microfoni di Inter Channel.

"Il secondo tempo invece è stato da dimenticare, abbiamo giocato senza personalità. Spesso è successo quello che è capitato stasera, appena ci mettiamo tutti dietro e mentalmente andiamo in difficoltà prendiamo gol". "Dobbiamo ripartire dalla forza del gruppo, dal lavoro sul campo ma dobbiamo sapere che non abbiamo scuse, che è quasi Natale e che non ci sono stati i risultati", ha aggiunto il giocatore.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inter vs Benevento

Segnano i centrali, l'Inter a fatica sul Benevento

Reti di Skriniar e Ranocchia a metà ripresa, ma i nerazzurri hanno rischiato. I campani reclamano un rigore

FBL-ITA-SERIEA-GENOA-INTER

Inter, Spalletti: "Serve più orgoglio. Icardi dal 1'? Meglio non correre rischi"

Il tecnico alla vigilia della sfida casalinga con il Benevento: "Periodo devastante, ma dipende tutto da noi"

Genoa vs Inter - Serie A 2017-2018

Inter disastro a Marassi. Punita da un bel Genoa: 2-0

Senza Icardi, Miranda e Perisic, i nerazzurri perdono il terzo posto. Autorete di Ranocchia e gol di Pandev. Per i rossoblù terza vittoria consecutiva

Inter vs Bologna

Karamoh trascina Spalletti: Inter terza, Bologna ko 2-1

Palacio replica a Eder nel primo tempo, poi due traverse di D'Ambrosio e Skriniar nella ripresa, prima dell'eurogol-partita di Karamoh