Venerdì 17 Febbraio 2017 - 19:15

Ingroia: Stato ha scelto di trattare e non di sconfiggere mafia

"La classe dirigente del Paese ha preferito conviverci anziché eliminarla"

Ingroia: Stato ha scelto di trattare e non di sconfiggere la mafia

"Ha ragione Nicola Gratteri quando dice che bisogna stare in guardia dai nuovi gattopardi, i nemici di Giovanni Falcone che poi lo hanno osannato dopo la sua morte e, presentandosi come suoi amici, hanno fatto luminose carriere in vari campi e settori". Lo ha detto il presidente di Azione Civile ed ex pm Antimafia, Antonio Ingroia, a margine del premio Internazionale giuridico-scientifico "Falcone e Borsellino" che ha premiato, tra gli altri, proprio Nicola Gratteri. "Del resto - ha aggiunto Ingroia, che era tra i giurati - il 25esimo anniversario delle stragi può essere finalmente l'occasione per fare un bilancio della guerra contro la mafia, che lo Stato poteva vincere e non ha voluto vincere. La politica purtroppo ha scelto per tutti noi di trattare e convivere con la mafia anziché sconfiggerla. Da sempre - ha concluso - la classe dirigente del Paese ha preferito convivere con la mafia anziché combattere per eliminarla".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale