Venerdì 18 Novembre 2016 - 10:15

Infantino: Lavoro alla riforma e al Mondiale a 48 squadre

"Voglio riportare il calcio al centro" ha detto alla Gazzetta dello Sport il numero uno del calcio mondiale

Infantino: Lavoro alla riforma e al Mondiale a 48 squadre

"Voglio riportare il calcio al centro. Sto lavorando alle riforme": in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, Gianni Infantino, presidente della Fifa, ha illustrato quelli che sono i suoi progetti a breve e media scadenza. A un anno dalla sua elezione, Infantino continua ad avere in testa il Mondiale a 48 squadre: "Un evento sociale che cambia le nazioni e dà il sorriso ai popoli", ha spiegato. "In una partita secca può succedere di tutto. Se le grandi rischiano è perché se lo sono meritato". E se i club storceranno il naso, pazienza: "Capiranno che è utile anche per loro. I tifosi africani e asiatici vedono i loro giocatori e poi li seguono nei club. Ma dovremo coinvolgerli di più nella Fifa".

Le novità non sono finite. Allo studio c'è anche il Mondiale per club: "Quello di oggi ha una formula complicata, poco coinvolgente. D'estate, dal 10 al 30 giugno, ecco i 32 migliori club del mondo. Meglio tournée stancanti, aerei, fusi o un torneo?". Infantino ha anche parlato del Var, ovvero della moviola in campo: "Chi aveva paura che il bar sport finisse è servito: si discuterà sempre. Seriamente: ero scettico ma ho detto proviamo. Ora non ne vedo la negatività, In Russia? Ci lavoriamo, credo che i campionati la utilizzeranno dalla prossima stagione".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"

FIGC, Consiglio federale a Roma

Figc, tre candidati più Lotito. Al voto il 29. Rischio stallo

Il mondo del calcio fatica a rinnovarsi. In corsa Tommasi (Aic), Gravina (LegaPro) e Sibilia (Lnd) che è leggermente favorito. Cairo: "Non voterei Lotito"