Mercoledì 11 Gennaio 2017 - 16:30

Infantino: Il Mondiale a 48 squadra avrà solo impatti positivi

"Bisogna pensare avanti perché bisogna pensare allo sviluppo del calcio nel mondo"

Infantino: Il Mondiale a 48 squadra avrà solo impatti positivi

"Impatti negativi non ce ne sono, ci sono solo gli impatti positivi: più partecipazione alla fase finale". E' quanto assicura Gianni Infantino, presidente della Fifa, a proposito del nuovo format del Mondiale, che dall'edizione 2026 passerà da 32 a 48 partecipanti. "Bisogna pensare avanti perché bisogna pensare allo sviluppo del calcio nel mondo", ha spiegato il numero uno del calcio mondiale in un'intervista trasmessa da 'A tutto campo' su Gr1. "Bisogna renderci conto che il calcio evolve, perché ha fatto passi da gigante in altre parti del mondo, non solo in Europa o Sudamerica, le locomotive del calcio. E' importante - ha aggiunto - poter dare la possibilità, una volta ogni quattro anni, a 16 paesi in più, senza che questo abbia impatto nel calendario internazionale, di partecipare all'evento calcistico più grande. Per questo penso che sia giusto aprire le porte del Mondiale a più paesi". Nonostante l'allargamento, Infantino assicura che la durata resterà di 32 giorni: "Questa è una priorità assoluta, il calendario è già congestionato abbastanza, non vogliamo aggiungere date e partite. E' importantissimo che questi parametri vengano rispettati. Come oggi, chi arriva in finale giocherà al massimo sette partite e come oggi si giocherà in dodici stadi".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"

FIGC, Consiglio federale a Roma

Figc, tre candidati più Lotito. Al voto il 29. Rischio stallo

Il mondo del calcio fatica a rinnovarsi. In corsa Tommasi (Aic), Gravina (LegaPro) e Sibilia (Lnd) che è leggermente favorito. Cairo: "Non voterei Lotito"