Lunedì 10 Ottobre 2016 - 11:00

Industria, a sorpresa aumenta la produzione: +4,1%. Boom auto

E' il miglior dato dall'agosto 2011

Industria, a sorpresa aumenta la produzione: +4,1%. Boom auto: +41,9%

La produzione industriale in Italia è aumentata ad agosto dell'1,7% rispetto a luglio, segnando un balzo del 4,1% su base annua. Lo riferisce l'Istat, che sottolinea come si tratti di un boom a sorpresa: "Questa crescita, derivante da variazioni realizzate in un mese tipicamente caratterizzato da livelli di produzione molto bassi", determina, nella media del trimestre giugno-agosto, un incremento dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti. L'aumento della produzione su base annua è il maggiore dall'agosto del 2011. Nella media dei primi otto mesi del 2016 la produzione è aumentata dell'1,0% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. L'indice destagionalizzato mensile presenta variazioni congiunturali positive nei raggruppamenti dei beni strumentali (+6,6%), dei beni intermedi (+3,1%) e dell'energia (+1,4%). Segnano invece una variazione negativa i beni di consumo (-0,5%). Il dato migliore riguarda la produzione del settore auto, che è aumentata del 41,9% ad agosto su base annua, segnando nei primi otto mesi del 2016 un incremento del 9,5%. Lo rileva l'Istat. I dati grezzi mostrano un aumento della produzione del comparto del 50,4% ad agosto e del 9,4% negli otto mesi
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bce estende quantitative easing fino a fine 2017, da aprile 60 miliardi al mese

Bce estende Qe fino a fine 2017, da aprile 60 miliardi al mese

Tassi restano invariati a zero. Draghi assicura: "Nessun favore all'Italia, non rappresentiamo singoli Paesi"

Forte Village, da gennaio Master in Five Stars Hotel Management

Forte Village, da gennaio Master in Five Stars Hotel Management

Il corso ha l'obiettivo di formare figure ad alta professionalità specializzate nel turismo

Istat, il 28,7% dei residenti in Italia è a rischio povertà

Istat, il 28,7% dei residenti in Italia è a rischio povertà

Cresce anche il divario tra le famiglie ricche e quelle povere