Giovedì 14 Gennaio 2016 - 11:30

Indonesia, esplosioni e conflitto a fuoco a Giacarta: 7 morti. Attentatori dell'Isis

La rivendicazione è stata annunciata dall'agenzia di stampa Aamaaq e confermata dal capo della polizia locale

Indonesia, serie di esplosioni a Giacarta

 Lo Stato islamico rivendica l'attacco che questa mattina ha preso di mira un posto di polizia stradale nei pressi di un centro commerciale a Giacarta in Indonesia. "Combattenti dello Stato Islamico hanno effettuato un attacco armato stamattina prendendo di mira i cittadini stranieri e le forze di sicurezza accusati di proteggerli nella capitale indonesiana", riferisce l'agenzia di stampa legata all'Isis Aamaaq. La conferma è poi arrivata anche dal capo della polizia di Giacarta, Tito Karnavian. "Crediamo che il combattente indonesiano dell'Isis, Bahrun Naim, che presumiamo sia in Siria, avesse da tempo programmato questi attacchi - ha spiegato Karnavian - C'è lui dietro la strage di oggi".

Le diverse esplosioni e il successivo conflitto a fuoco hanno causato la morte di sette persone, tra cui un poliziotto e quattro attentatori, e decine di feriti. Il bilancio è stato comunicato dal portavoce della polizia nazionale, il generale di brigata Anton Charliyan. Altre fonti di polizia hanno comunicato, in un'intervista telefonica in televisione, che "le esplosioni erano presumibilmente dalle bombe, ma non lo sappiamo ancora con certezza".

4 ARRESTI.  La polizia indonesiana ha arrestato quattro sospetti militanti che si ritiene siano coinvolti nella sparatoria e negli attacchi bomba. Le forze dell'ordine dopo diverse ore hanno dato per concluso l'attacco terroristico: "Tutti gli assalitori sono stati neutralizzati", ha riferito il portavoce della polizia, Iqbal Kabid, citato dall'agenzia Antara. Le autorità hanno dichiarato di aver "ripulito" tutti gli edifici del complesso commerciale, principale teatro degli attacchi di oggi.

Loading the player...

FILMATI. Alcuni filmati trasmessi dalla televisione Metro TV hanno mostrato che alcune delle esplosioni hanno avuto luogo anche nel cortile di fronte al centro commerciale. Un altro filmato mostrava invece due persone in abiti bianchi mentre puntavano le pistole in direzione della strada, e davano ordini ad altre persone di seguirli. La tv ha inoltre riferito che almeno 14 persone sono state coinvolte nella sparatoria con la polizia. Un testimone, invece, ha riferito che tra i morti nell'incidente c'è anche uno straniero. Fonti televisive hanno riferito che un'altra esplosione è avvenuta a Palmerah, nella zona occidente della capitale indonesiana.

STARBUCKS. Alcuni media locali hanno riferito di sei esplosioni e di un successivo scontro a fuoco: una delle esplosioni sarebbe avvenuto dentro un caffè Starbucks, dove, successivamente le forze di sicurezza sono entrate. La polizia ha detto che sospetta ci sia un attentatore suicida responsabile di almeno una delle esplosioni e fino a 14 uomini armati militanti coinvolti nell'attacco. "Le finestre del caffè di Starbucks sono esplose. Vedo tre morti sulla strada. C'è stata una pausa nell scontro a fuoco ma qualcuno è sul tetto del palazzo e la polizia sta puntando le armi contro di lui", ha detto un fotografo di Reuters riguardo i momenti successivi alle esplosioni.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

11 settembre, Congresso boccia veto di Obama sulle cause a Riad

11 settembre, Congresso boccia veto di Obama sulle cause a Riad

La Camera dei Rappresentanti ha votato con 348 contrari al veto e 76 favorevoli,

Siria, Usa stanno valutando delle opzioni non diplomatiche

Siria, Usa stanno valutando delle opzioni non diplomatiche

La decisione dopo la fine del cessate il fuoco

Usa, spari in una scuola: due feriti, fermata una persona

Usa, spari in una scuola: tre feriti, fermato un adolescente

I colpi esplosi in una elementare della Carolina del Sud

Madonna e Katy Perry si spogliano a sostegno di Hillary Clinton

Nude sui social per sostenere la candidata democratica alla Casa Bianca