Giovedì 02 Marzo 2017 - 12:15

Indagine Consip, Tiziano Renzi: Voglio essere interrogato

"Conosco effettivamente Carlo Russo, ma leggo cose sui giornali di cui non so assolutamente nulla"

Indagine Consip, Tiziano Renzi: Voglio essere interrogato, non ho nulla da nascondere

"Mi sembra di vivere un incubo. Non ho mai chiesto soldi. Non li ho mai presi. Mai. E credo che i magistrati abbiano tutti gli strumenti per verificarlo". Tiziano Renzi, a proposito dell'inchiesta Consip, ribadisce di essere totalmente estraneo ai fatti e di non avere "nulla da nascondere". "Non vedo l'ora che venga fuori la verità: voglio essere interrogato, voglio che verifichino tutto di me", aggiunge.

"Non ho mai fatto cene segrete in bettole in vita mia, come scrive qualcuno. Conosco effettivamente Carlo Russo, del cui figlio sono padrino di battesimo, ma leggo cose sui giornali di cui non so assolutamente nulla", prosegue il padre dell'ex premier.

"Sono stato indagato due anni fa per la prima volta in vita mia e mi hanno assolto ma la notizia è stata riportata in qualche trafiletto. Spero solo che il giorno in cui tutto questo finirà ci sarà lo stesso spazio sui giornali che c'è oggi.  Vivo perché i miei nipoti sappiano che io sono quello che hanno sempre conosciuto e non ciò che i giornali scrivono oggi", conclude.

Ieri, dopo mesi di indagine tra Napoli e Roma, nell'inchiesta sugli appalti Consip è finito in manette l'imprenditore Alfredo Romeo. E' stato portato a Regina Coeli con l'accusa di corruzione, mentre sono state perquisite le abitazioni dell'ex parlamentare Italo Bocchino, suo consulente, e dell'imprenditore, amico di Tiziano Renzi, Carlo Russo. Sono stati sequestrati 100mila euro di beni a Marco Gasparri, il dirigente della centrale degli acquisti della pubblica amministrazione che secondo i pm era pagato da Romeo per aiutarlo a vincere le gare d'appalto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito

Cdp, chi è Palermo: manager interno che ha lavorato a Fincantieri

Lavora già a Cdp da quasi 4 anni, dove è Chief Financial Officer

L'automobile della Guardia di Finanza parcheggiata

Palermo, rete di Caf favoriva l'immigrazione clandestina: 9 arresti

Inoltravano istanze per il rinnovo o l'ottenimento del permesso di soggiorno sulla base di documentazione fiscale e assunzioni fittizie