Martedì 10 Maggio 2016 - 19:30

Inchiesta petrolio, De Vincenti sentito dai pm

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio non ha preso parte al Consiglio dei ministri

Il sottosegretario Claudio De Vincenti

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, è stato sentito questo pomeriggio dai pm lucani in merito all'inchiesta di Potenza. A riferirlo è stato il premier Matteo Renzi al termine del Consiglio dei ministri di oggi al quale De Vincenti non ha preso parte. "Il sottosegretario -  ha detto il presidente del Consiglio - ha ricevuto una comunicazione dalla polizia per essere sentito come persona informata sui fatti in merito alla inchiesta di Potenza. Noi crediamo nel rispetto tra poteri dello Stato e abbiamo scelto di dare un segnale di serietà e leale collaborazione, invitando il sottosegretario a non partecipare al Cdm e andare a rispondere. Siamo sempre in prima fila a chiedere ai membri del governo a collaborare". 

"Ci tenevo a dire che quando parliamo di leale cooperazione noi siamo seri - ha detto Renzi - In passato qualcuno pensava di utilizzare il legittimo impedimento, noi siamo per accelerare i processi, si vada a sentenza si facciano i nomi dei colpevoli. Vogliamo la verità delle aule dei tribunali, non degli eco mediatici".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni a piedi nei pressi di palazzo Chigi

Gentiloni lascia Chigi e scherza: "Non mi hanno mostrato la stanza dei bottoni"

Il premier uscente ha salutato i dipendenti: "Dovrebbe arrivare il nuovo esecutivo. Lasciamo il Paese con più lavoro, più diritti e conti a posto"

Giuseppe Conte entra alla Camera dei Deputati

Governo, si allungano i tempi. Conte lavora sulla lista dei ministri, incontro informale al Colle

Il premier incaricato dal governatore della Banca d'Italia a Palazzo Koch, poi vertice con Salvini e Di Maio. Conte non scioglierà la riserva prima di sabato

Il Presidente Mattarella a Civitavecchia in occasione della partenza della "Nave della Legalità"

Il Colle non ci sta: "Tema non sono veti, ma diktat su Mattarella e Conte"

Trapelano malumori per la posizione di Di Maio e Salvini su Savona all'Economia

Quirinale, Consultazioni

Salvini: "Pace fiscale e autonomia le priorità". E insiste su Savona al Mef

Una persona che vuole ridiscutere le regole europee "è un vanto per l'Italia, non un disvalore"