Martedì 18 Luglio 2017 - 12:15

Incendio a Castel Fusano, ancora focolai. Aperta indagine per dolo

Sul posto 2 canadair, 2 elicotteri e il personale dei vigili del fuoco e della protezione civile

Incendio nella pineta di Castel Fusano, vicino Ostia

Sono ancora in azione le squadre dei vigili del fuoco nella pineta di Castel Fusano alle porte di Roma, dove ci sono ancora focolai da spegnere, ma la situazione, viene spiegato, è sotto controllo. Sul posto 2 canadair, 2 elicotteri e il personale dei vigili del fuoco e della protezione civile. Accanto al lavoro di spegnimento si sta procedendo alla bonifica delle parti martoriate dalle fiamme. Ancora ripercussioni sul traffico deviato dopo la chiusura della Colombo da via Canale della Lingua a Ostia, via della villa di Plinio e viale di Castel Porziano, sono ancora congestionate le vie d'uscita dai quartieri limitrofi alla pineta.

Intanto la procura di Roma avvierà un'indagine. L'ipotesi di reato è di incendio doloso. L'indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Nunzia D'Elia. Nell'inchiesta anche la posizione del 22enne di Busto Arzizio arrestato ieri.

Loading the player...
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima udienza del processo Mafia Capitale.

Mafia capitale, i giudici: "Nessuna mafiosità autonoma o derivata"

Le motivazioni della sentenza che condannò Carminati a 20 anni e Buzzi a 19 per l'inchiesta Mondo di mezzo

Latina, uccide ladro: indagato per eccesso colposo di difesa

Latina, uccide ladro: avvocato indagato per eccesso colposo di difesa

L'uomo ha sparato dopo aver sorpreso i malviventi in casa dei genitori

Vietata la 'marcia su Roma' di Forza Nuova: lo stop dalla questura

Vietata la 'marcia su Roma' di Forza Nuova: lo stop dalla questura

Tra le motivazioni gli elevati rischi per l'ordine pubblico. Ieri il no di Raggi e Minniti al corteo

Roma, evasione Rebibbia: chiesto processo a ex direttore e altri 13

Roma, evasione Rebibbia: chiesto processo a ex direttore e altri 13

Secondo la pm il personale del carcere avrebbe facilitato la fuga di tre detenuti con una serie di omissioni