Venerdì 14 Luglio 2017 - 07:15

Incendi, arrestato piromane alle porte di Roma

L'uomo fermato durante i controlli in seguito all'emergenza degli ultimi giorni

Vigili del fuoco a Roma

Nel corso di servizi attivati a seguito dell’emergenza incendi degli ultimi giorni, i carabinieri della stazione di Genazzano hanno arrestato, per il reato di incendio, un operaio 32enne originario della provincia di Lecce ma residente nella Capitale.

Intorno alle ore 19, notato da un passante, l’uomo ha dato fuoco ad alcuni pezzi di carta che ha poi abbandonato sulle sterpaglie, a ridosso di un terreno e di un oliveto, nei pressi di un complesso di case popolari e si è dato immediatamente alla fuga salendo a bordo di autobus di linea CO.TRA.L diretto a Roma.

Sul posto è subito intervenuto personale dei vigili del fuoco di Palestrina e della protezione civile di Genazzano che spegnevano le fiamme che si erano già propagate interessando alberi ad alto fusto, senza causare feriti e danni alle vicine abitazioni.

I carabinieri hanno intercettato l’autobus sulla Tangenziale Est di Roma, all’altezza dello svincolo Tor Cervara. L’autista, d’accordo con i militari, ha simulato un’avaria al mezzo e si è fermato, consentendo così ai militari di salire a bordo e bloccare l’uomo che è stato arrestato per il reato di incendio.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Mafia, due milioni di risarcimento alla famiglia del 13enne ucciso per vendetta

Giuseppe Di Matteo sequestrato e sciolto nell'acido perché il padre era un pentito

Scontrino omofobo, minacce di morte e insulti ai ristoratori

Bufera sulla Locanda Rigatoni di Roma. Gay Center: "No a intimidazioni, ma sanzioni sono necessarie"

Cielo tra sole e nuvole, poi arrivano i temporali: il meteo del 22 e 23 luglio

Per i meteorologi del Centro Epson Meteo, tempo instabile da nord a sud. Settimana con caldo nella norma

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

'Ndrangheta, agguato nel Reggino: ucciso un uomo, ferito grave bambino

I killer hanno aperto il fuoco in un terreno di proprietà del 39enne, pregiudicato e ritenuto appartenente all'omonima cosca. Grave il bimbo di 10 anni che era con lui