Domenica 14 Febbraio 2016 - 17:15

Immobile trascina il Toro: Palermo ko 3-1 al Barbera

I granata tornano alla vittoria dopo 2 mesi di astinenza e inguaiano i siciliani

Esultanza del Toro dopo il gol di immobile

Il Toro è Immobile. Senza piume e senza vento. I granata tornano alla vittoria dopo 2 mesi di astinenza inguaiando il Palermo grazie al bomber ritrovato, che ha messo lo zampino in tutte e tre le reti con cui i granata hanno rimontato la squadra affidata a Bosi dopo il pasticcio-allenatore con Schelotto non tesserabile e tornato in Argentina.

L'illusione rosanero dura poco: il settimo gol stagionale di Gilardino - 184esimo in carriera - giunto dopo soli 2' con un bel tiro di prima intenzione su assist di Morganella, ha il potere di far destare subito un Toro mezzo impaurito da una classifica deludente. A prendersi la squadra sulle spalle è Ciro Immobile che prima semina il panico con un paio di sortite nella difesa di casa e poi al 18' si procura un rigore, saltando due avversari prima di essere steso in area da Morganella. Dal dischetto l'ex Borussia non sbaglia e realizza il secondo gol in granata quest'anno, sempre su rigore.

Il Palermo non reagisce e il Toro potrebbe segnare ancora se l'ex di turno Belotti non si facesse ipnotizzare a due passi dalla porta, fallendo la più clamorosa delle occasioni. Il gol però arriva lo stesso al 32', anche se c'è la complicità del Palermo: Bruno Peres scappa via sulla sinistra, crossa al centro per Immobile, ma interviene Gonzalez che tocca la palla e batte il proprio portiere.

A rendere la situazione dei siciliani ancor più difficile due infortuni, quello di Goldaniga, sostituito al 14' da Andelkovic, e soprattutto quello del portiere Sorrentino che al 37' porta al debutto assoluto del giovane Alastra. Nella ripresa il Toro chiude i giochi al 23': su assist di Benassi è bravo Immobile a farsi il vuoto davanti con un gioco di gambe e a presentarsi davanti al portiere per il 3-1 definitivo. Belotti avrebbe il pallone per fare poker ma sbaglia altre due volte e il risultato non cambia più.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Nuova debacle per la squadra di De Boer, che chiude in dieci per l'espulsione di Ranocchia