Sabato 18 Febbraio 2017 - 22:30

Immobile-Keita rimontano Empoli: Lazio in scia Europa

Tre punti meritati che permettono ai capitolini di salire a 47 punti e prendersi il quinto posto scavalcando l'Inter

Immobile-Keita rimontano Empoli: Lazio in scia Europa

La Lazio espugna il Castellani e resta aggrappata all'Europa. La squadra di Inzaghi si impone in rimonta sull'Empoli (1-2) nel secondo anticipo del sabato della 25/a giornata di Serie A e conquista la sesta vittoria in trasferta del suo brillante campionato. Tre punti meritati che permettono ai capitolini di salire a 47 punti e prendersi il quinto posto scavalcando l'Inter, domani attesa a Bologna. Nel primo tempo gli ospiti conducono la manovra e creano ma si scontrano contro Skorupuski, poi nella ripresa vengono sorpresi dal gol da urlo di Krunic. Immobile riequilibra subito i conti, poi ci pensa Keita a completare la rimonta. La formazione di Martusciello incassa la seconda sconfitta consecutiva e resta a 22 punti, con il rassicurante vantaggio di +8 sul Palermo.

Nel 4-3-3 di Inzaghi è Lulic, preferito inizialmente a Keita, a completare il tridente d'attacco con Immobile e Felipe Anderson. In difesa Wallace vince il ballottaggio con De Vrij, non al meglio. Martusciello si affida in avanti al tandem Maccarone-Pucciarelli supportato alle spalle da El Kaddouri. La prima occasione del match è dei toscani, pericolosi con una girata al volo di Pucciarelli con palla che sorvola di un nulla la traversa. La replica dei capitolini è affidata ad Immobile, che scambia con Lulic ed impegna da fuori Skorupski. Alla mezz'ora grossa chance per la Lazio: assist del recuperato Milimkovic-Savic per il mancino di Parolo, macchiato da una deviazione provvidenziale. Ci prova quindi Biglia da fuori, dopo l'appoggio di Parolo, ma senza fortuna. Poi si mette ancora in evidenza Immobile, prima minaccioso con un destro sventato da Skorupski e, sul successivo tiro dalla bandierina, con un tentativo al volo: palla sul fondo. Il portiere dell'Empoli è chiamato poi a bloccare, senza troppe difficoltà, un tiro di Anderson servito da Lulic e prima dell'intervallo è provvidenziale nel respingere in tuffo il missile dalla distanza di Parolo. Prima dell'intervallo, ancora lavoro per Skorupski chiamato ad intercettare il tocco dal fondo di Immobile.

La ripresa si apre con uno spunto di El Kaddouri, che scambia bene con Pucciarelli ma colpisce male. La Lazio si rituffa in avanti: Skorupski si oppone ad un'incornata di Milinkovic-Savic, Bellusci anticipa Lulic e libera. A sorpresa passa in vantaggio l'Empoli, che trova con Krunic un eurogol infilando Strakosha nel 'sette' con una botta imprendibile (22'). La squadra di Inzaghi non si scompone e risponde prontamente un minuto dopo: una deviazione di Krunic su cross di Anderson impenna la sfera, Immobile è in agguato ed insacca per l'1-1. Poi è Keita, subentrato nella ripresa a Milinkovic-Savic, a completare la rimonta battendo di destro Skorupski dopo un traversone di Anderson deviato da Costa. E' lo stesso difensore empolese a mettersi nella traiettoria con il braccio e ingannare il proprio portiere (36'). E la Lazio può continuare il suo volo.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Serie A - Inter Milan vs Lazio

Il Var funziona: "Mille interventi e solo l'1% di errori in 210 gare"

Presentata da Nicchi e Rizzoli un'analisti approfondita: solo in 7 casi errore decisivo. E il tempo di consultazione è sceso a 29 secondi

Supervacanze di Natale red carpet anteprima

Figc, si candida Lotito: "Ho 11 voti". Ma la serie A è spaccata

Restano in campo Damiano Tommasi (calciatori), Gravina (Lega Pro) e Sibilia (LND). Il 29 il voto

POR, UEFA CL, Benfica Lissabon vs FC Basel

Calciomercato: arriva Lisandro Lopez e l'Inter punta Rafinha. Il Napoli vuole Verdi

Fatta per l'argentino del Benfica in nerazzurro. La Lazio blinda De Vrij. Due tedeschi per il Milan. Il Chelsea vorrebbe Sarri dopo Conte

FIGC, consiglio federale dopo l'eliminiazione dell'Italia ai prossimi mondiali di Russia

Figc, fumata nera a Firenze. Sul tavolo sempre tre candidature

Nulla di fatto nella riunione preparatoria di Firenze. Assente la serie A. Tommasi, Gravina e Sibilia sempre in corsa