Venerdì 22 Dicembre 2017 - 13:00

Ilva, Gentiloni a Emiliano: "Ritiri il ricorso, non metta a rischio il lavoro"

L'appello del premier al presidente della Regione Puglia

CONI. Cerimonia di consegna dei Collari d'oro al merito sportivo

Sull'Ilva prove di dialogo Governo-Regione dopo la chiusura della scorsa settimana, che aveva visto lo scontro tra il ministro Carlo Calenda e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

A scendere in campo il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni che si rivolge a Emiliano e al sindaco di Taranto Rinaldo Melucci "facendo appello alla loro responsabilità e alla sensibilità istituzionale".

"Vi chiedo di ritirare il ricorso al tar - dice, assicurando 'piena disponibilità' al confronto - e di non mettere a rischio interventi per la bonifica ambientale e il lavoro che Taranto aspetta da anni".
Poco dopo arriva la risposta del governatore della Puglia che si dice "a disposizione" di Gentiloni per incontrarlo e "illustrargli le ragioni del ricorso e il punto di vista della Regione sul piano industriale e sul piano ambientale" dell'azienda. Il ricorso, insomma, al momento non si tocca, perché "ha il fine esclusivo di tutelare la salute dei cittadini e dei lavoratori da uno stabilimento per il quale è attualmente in corso un processo penale per disastro ambientale e avvelenamento di sostanze alimentari davanti alla Corte d'Assise di Taranto e per il quale occorre impedire che le condotte di reato siano reiterate".

 

Loading the player...

Gli fa eco Rinaldo Melucci che ringrazia il premier per l'interessamento ma aggiunge che il ricorso non verrà ritirato fino a che i nodi non saranno sciolti.

Intanto al Mise proseguono gli incontri: oggi la vice ministro Teresa Bellanova ha ricevuto Arcelor Mittal con le organizzazioni sindacali Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm che chiedono, anche loro, a Emiliano e Melucci il ritiro del ricorso al Tar. Durante la riunione è stato fissato il calendario dei prossimi appuntamenti, a cominciare da quello del 10 gennaio. Il 15 e 16 gennaio è prevista la visita della delegazione sindacale nello stabilimento Arcelor Mittal di Ghent in Belgio. Il 17 gennaio nuovo incontro al Mise  sull'Ilva di Genova, il 23 e 24 su Taranto e il 30 su Genova e Novi.

Obiettivo, dice Bellanova è arrivare alle stretta finale tra la fine di gennaio e i primi di febbraio e sulle tensioni con Emiliano dice senza mai nominarlo: "Le relazioni industriali in questo Paese sono abbastanza consolidate e dicono che si fanno tra le organizzazioni sindacati e le aziende. Gli altri possono essere incontri di confronto che non fanno male se non sono gestititi in contrapposizione".

Scritto da 
  • Alessandra Lemme
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Elezioni, Renzi: "Flat tax fa pagare meno tasse a miliardari come Berlusconi e Grillo"

Parlando dei suoi avversari politici ha aggiunto: "Noi non possiamo dialogare con forze populiste"

Presentazione del programma di governo del M5s al Villaggio Rousseau di Pescara

Elezioni, Di Maio. "Se non avrò i numeri farò appello a tutti i partiti"

E rispondendo al premier Gentiloni: "È il Pd a non avere i numeri. Così fa endorsement a Berlusconi"

Hotel Nazionale. Pierluigi Bersani partecipa ad un seminario su Giuseppe Dossetti

Bersani: "Parlare con M5s è un dovere, fare un'alleanza è tutto un altro film"

L'esponente di Leu parla a Radio Capital delle possibili alleanze con Berlusconi e Di Maio

Pietro Grasso a Torino - Campagna Liberi Uguali

LeU, Grasso: "Mi candido a Roma e Palermo". D'Alema attacca Lega e Bonino

Liberi e Uguali al rush finale delle candidature per le politiche