Mercoledì 19 Ottobre 2016 - 14:00

Caso Ilaria Alpi, Hassan assolto nel processo revisione

Soddisfatta la madre della giornalista: "Da sempre convinti dell'innocenza del somalo"

Somalia, attacco bomba a Mogadiscio

La Corte d'appello di Perugia ha assolto Hasci Omar Hassan dall'accusa di aver partecipato all'omicidio della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e dell'operatore Miran Hrovatin, avvenuto a Mogadiscio, in Somalia, nel marzo del 1994. Hassan era l'unico condannato per l'omicidio e ha già scontato 16 dei 26 anni di carcere che gli erano stati inflitti.

In particolare, Hassan è stato assolto per non "aver commesso il fatto", come chiesto dal sostituto procuratore generale durante la requisitoria. Il somalo era in aula insieme alla madre di Ilaria Alpi, Luciana Riccardi, che ha sempre sostenuto la sua estraneità al duplice delitto. Hassan è stato dunque dichiarato libero.

"Questa assoluzione - ha commentato a LaPresse la signora Riccardi - mi rende felice perché io e mio marito (Giorgio, scomparso nel 2010, ndr)  ci siamo battuti fin dall'inizio per la scarcerazione. Siamo sempre stati convinti della sua innocenza e che Hassan era stato scelto solo come capro espiatorio". Il somalo era l'unica persona finora condannata per l'omicidio. "Da parte mia - ha aggiunto - sono molto amareggiata e depressa. Dopo 22 anni siamo di nuovo all'inizio. Adesso vediamo cosa fare con il mio avvocato, sono stanca di essere presa in giro. Troppe bugie e troppi depistaggi hanno caratterizzato questa vicenda".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inaugurazione di 'Inno alla Bellezza' e anteprima dello spettacolo dell'Albero della vita in ex Area Expo

Expo, Anac manda atti a tre Procure

L'anticorruzione ha evidenziato anomalie nella maggior parte delle 25 procedure analizzate per un valore di circa 9 milioni

Brescia, Processo d'appello per Massimo Bossetti

Caso Yara, test dna che inchioda Bossetti valido, analisi irripetibile

Le motivazioni della sentenza con cui i giudici hanno condannato all'ergastolo il muratore di Mapello

Milano, in Centrale camper della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne

#QuellaVoltaChe, su Twitter le donne raccontano le molestie subite

L'hashtag è stato lanciato dalla scrittrice Giulia Blasi e sta riunendo i racconti di centinaia di italiane