Venerdì 28 Ottobre 2016 - 13:15

Il sogno di Cannavaro: Vorrei allenare il Real Madrid o la Nazionale

E sulle critiche a Buffon dice: "Se sei grande, ti massacrano sempre"

Il sogno di Cannavaro: Vorrei allenare il Real Madrid o la Nazionale

"Vorrei allenare una grande squadra, ma prima devo prepararmi per essere pronto. Il mio sogno è quello di allenare il Real Madrid o la mia nazionale. Se non hai questi obiettivi, è meglio non allenare". Queste le aspirazioni di Fabio Cannavaro, ex capitano della Nazionale e difensore del Real Madrid, rivelate nel corso di una intervista a Marca.

Da ex Pallone d'Oro, l'ex centrale di Napoli e Juve è convinto che quest'anno "se lo merita senza dubbio Cristiano Ronaldo. Ha vinto il campionato europeo, la Champions... Ancelotti diceva sempre che che quando hai Cristiano parti già sull' 1-0". Infine Cannavaro è tornato dopo le critiche a Buffon, suo ex compagno di Nazionale e nella Juve, per l'errore in Nazionale contro la Spagna: "Se sei grande, ti massacrano sempre. Mi preoccupo quando non lo fanno...".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Euro Under 21, Pellegrini ci crede e sprona l'Italia: Destino è nelle nostre mani

Under 21, Pellegrini ci crede e sprona l'Italia: Destino è nostro

Dopo la pesante sconfitta con la Repubblica Ceca, la squadra volta pagina e si prepara alla sfida con la Germania

Berlusconi: Donnarumma? Farei di tutto per non lasciarlo partire

Berlusconi: Donnarumma? Farei di tutto per non lasciarlo partire

"Ma bisogna anche capire un ragazzo che ha la possibilità di guadagnare 100 milioni... Chi di noi non si comporterebbe come lui?"

Euro U21, Rep. Ceca piega Italia 3-1: semifinale lontana

EuroU21, Repubblica Ceca piega Italia 3-1: semifinale lontana

Dopo la vittoria dell'esordio contro la Danimarca doccia fredda per gli azzurrini di Gigi Di Biagio

Milan, Mihajlovic 'consiglia' Donnarumma: Gigio? Rimanga dove lo amano

Milan, Mihajlovic 'consiglia' Donnarumma: Rimanga dove lo amano

"Per me deve restare con i rossoneri, per riconoscenza e perché gli hanno offerto un buon contratto"